La Martesana è ridotta a discarica. E vogliono farci il ciclocross

Nel naviglio fango, rifiuti e carcasse. La proposta del Consiglio di zona: farne il percorso di una gara di bici

Una gara di ciclocross nella Martesana ridotta a discarica. Un paradosso, costruito sul degrado in cui versa attualmente il canale. E la proposta spacca la zona 2. Tutto è nato nel corso dell'ultimo Consiglio: la maggioranza ha votato compatta una delibera per realizzare la Festa dello Sport nel quartiere (siamo nella zona nord-orientale di Milano). Nell'ambito della discussione sull'iniziativa, poi, viene prima presentato e poi approvato un emendamento firmato dal consigliere Alberto Proietti di Sinistra, Ecologia e Libertà. La proposta chiedeva testualmente di «verificare la fattibilità tecnica con il consorzio Villoresi Est Ticino per inserire la possibilità di realizzare una gara non competitiva di ciclocross lungo il Naviglio Martesana anche in collaborazione con altri comuni».

Il problema del canale è che è in secca da mesi e questo ha contribuito a farne una discarica, con spazzatura di ogni tipo. Ci sono anche carrelli della spesa, carcasse di animali e fango. Molto fango. Da qui forse l'idea del ciclocross, evidentemente nata in modo provocatorio. Ma l'opposizione si è opposta, considerato il vero e proprio disastro in cui versa il naviglio. E Forza Italia sottolinea come non sia mai stata lasciato «in questo stato scandaloso di abbandono». «L'hanno proposto per gioco ma ho detto in Consiglio e ribadisco che è una decisione comica che purtroppo non fa ridere - commenta Silvia Sardone, consigliere di Forza Italia - tenuto conto dello stato pietoso della Martesana. Tra poco sarà un anno che è ridotta a discarica, senza acqua, offrendo uno spettacolo desolante a chi, soprattutto nei weekend, decide di passeggiare lungo il canale. Nelle pozze d'acqua e fango si trova di tutto: carrelli della spesa, elettrodomestici, indumenti, cumuli di sacchi di immondizia, migliaia di bottiglie. Non mancano segnalazioni di animali morenti soprattutto quando non piove per molti giorni ed è triste vederli nelle pozze d'acqua circondati da rifiuti di ogni tipo. Il Comune non fa assolutamente nulla e lascia nel degrado un angolo di Milano che potrebbe essere un gioiello. In base a una convenzione avrebbe dovuto allertare per tempo il Consorzio Villoresi per imporre la pulizia e invece si riduce a chiedere di fare gare di ciclocross nel fango del canale senza acqua». Insomma, per Forza Italia, «un luogo amato dai milanesi è ormai dimenticato e i membri della maggioranza, piuttosto che stimolare un'immediata ripulitura, fanno emendamenti (poi approvati) che sanno di amara beffa». «Il decoro e la salvaguardia di intere zone della città - conclude Sardone - non sono una priorità di questa giunta».

Commenti

alberto_proietti

Mer, 26/03/2014 - 12:37

Nel Consiglio di Zona 2 del 18 marzo u.s. si è deliberato il bando, all'unanimità da tutto il consiglio opposizione compresa eccetto la consigliera Sardone che non ha partecipato al voto, per la realizzazione della Festa dello Sport che si terrà il giorno 8 giugno 2014 che prevede la presenza del maggior numero di associazioni sportive della zona con attività di gioco e presentazione delle varie realtà sportive. Durante la discussione è stato segnalato, da parte di un consigliere di opposizione di Forza Italia, la non presenza di attività legate alle biciclette che ha una forte tradizione in questa zona. Ho quindi proposto e inserito nel bando la possibilità di realizzare una corsa non competitiva di ciclocross all'interno del Canale Martesana con la premessa che qualsiasi attività all'interno avrebbe dovuto avere il parere tecnico di fattibilità da parte del Consorzio Est Ticino Villoresi relativo sia al canale che anche alla fauna presente. La proposta è stata fatta poiché attualmente il Naviglio Martesana è in asciutta per lavori di manutenzione straordinaria nei comuni a monte ma non sappiamo con precisione quando termineranno. Obbiettivo di questa proposta è anche quello di portare l'attenzione sul Martesana per riscoprire il Naviglio e le sue bellezze e fare sì che si completi l'opera di pulizia del fondale per il quale, anche su stimolo del CdZ2, si è arrivato ad un accordo tra Comune di Milano e Consorzio Villoresi; ricordo che la pulizia che non è stata fatta da almeno dieci anni e prima della fine dell'asciutta ci saranno nuovi interventi di pulizia. Il Consiglio di Zona 2 segue con attenzione i lavori in corso ed è di continuo stimolo sulla riqualificazione e rigenerazione del Naviglio Martesana ed ha attivato con il Comune di Milano e il Consorzio Est Ticino Villoresi una procedura che mira a recuperare la sponda nord del canale che da decenni viene utilizzata in maniera inopportuna; lo stesso Consiglio di Zona 2 ha recentemente realizzato un convengo sulla possibilità di rendere navigabile il naviglio per attività culturali, turistiche e sportive. Pensando al futuro è possibile immaginare di realizzare, in collaborazione con tutti i comuni che affacciano sul Naviglio, delle attività sportive che si svolgano sulla pista ciclo-pedonale lungo l'asse del Martesana e visto che si sta discutendo della riapertura dei Navigli Milanesi si potrebbe anticipare il tutto con una corsa ciclistica - o anche una maratona - che parta dall'Adda e arrivi al Po passando dall'antica Cerchia dei Navigli Milanesi. Alberto Proietti - consigliere di Zona 2 - Milano