«Milanesi, disegniamo insieme la città»

«Disegniamo insieme la città di domani». Il sindaco Letizia Moratti e l’assessore allo Sviluppo del territorio, Carlo Masseroli, rivolgono l’ invito ai milanesi. Con una lettera aperta chiedono di contribuire al Piano di governo del territorio (in giunta entro fine anno) con «domande, proposte, stimoli, ipotesi di lavoro» sul futuro urbanistico di Milano. Dalla Città della moda a Garibaldi-Repubblica ai grattacieli di Citylife che nasceranno sulle ceneri della vecchia Fiera, le polemiche sul mancato - o scarso - ascolto dei milanesi si sono sprecate. Da qui, una decisa inversione di tendenza: il Comune interroga i milanesi su 5 temi (dai poli dello sviluppo alla qualità dell’abitare). Critiche e suggerimenti saranno raccolti su un blog o all’Urban center in Galleria. E i cittadini si sono già «scatenati»: c’è chi chiede aree gioco per i bimbi chiuse di notte per evitare vandalismi, chi il villaggio olimpico invece della cittadella della giustizia a Porto di mare, chi uno spazio benessere al parco della Vettabbia.