Milano, multa da record: sanzione per 1 km/h in eccesso

Implacabile l'autovelox in viale Famagosta: per i milanesi al volante non c'è scampo e tolleranza

Altro giro, altro regalo. A Milano - città d'Italia (e non solo) dove si multa di più - un automobilista è stato punito per viaggiare a 51 chilometri orari in una strada dove il limite è il canonico 50 km/h.

Implacabile l'autovelox in viale Famagosta: 1 km/h vale la sanzione. Addio tolleranza, addio buonsenso. Per i milanesi è pressoché un miracolo mettersi al volante e tornare a casa senza essere incappati in qualche contravvenzione.

La beffa, datata 3 gennaio alle 23.47, la racconta Il Giorno, che riporta lo sfogo dello sfortunato protagonista: "Ci hanno multato per aver superato il limite di un solo chilometro orario. Velocità rilevata 56, effettiva 51, consentita 50 Km/h". Per un pagamento ridotto di 54,67 euro. "Davanti ad un verbale di questo tipo come si fa a non sentirsi vessati? Quando l’ho ricevuto ho provato un misto di tristezza e rabbia. Credo ci vorrebbe più tolleranza".

Era marzo, ma del 2014, quando il comune installò sette nuovi autovelox in città, incrementendo le entrate e coprendo i buchi di bilancio sulla pelle dei cittadini. Al giorno, le telecamere di nuova installazione, multano migliaia di macchine. Numeri spaventosi, che si sommano a quelli denunciati dall'inchiesta de Il Sole 24 Ore: nel corso del 2014 l'amministrazione Pisapia raccolto ben 140 milioni di euro grazie alle multe (+6.2% rispetto all'anno precedente). E nel capoluogo lombardo ogni abitante patentato, in media, incappa in 176 euro di ammende l'anno.

Commenti

frabelli1

Ven, 06/03/2015 - 12:01

Purtroppo non è l'unico. È successo anche a me sulla Nuova Paullese, sembra che la gestione sia carico dei vigili di Milano, nel sottopassaggio sono stato multato per aver superato il limite di 1 Km/h. Questo per ben due volte, due giorni in una settimana. Sono rimasto allibito. In più sono arrivate dopo i 90 giorni regolamentare, ma qualcuno aveva obiettato che i 90 giorni decorrono da quando l'imcaricato ne prede visione e non da quando viene rilevata l'infrazione. Insomma beffato due volte.

leserin

Ven, 06/03/2015 - 22:27

I milanesi se ne ricordino alle prossime elezioni.

thepaul

Mer, 08/04/2015 - 13:39

Non cambia la sostanza dei fatti, ma giusto una precisazione: il Codice della Strada impone una tolleranza del 5%, e in ogni caso non inferiore ai 5 km/h, sulle rilevazioni dell'autovelox. Ciò significa che l'auto in realtà procedeva a 56 km/h, che diventano, detratta la tolleranza, appunto i 51 km/h. Giusto per onestà dei fatti, anche se è ugualmente una vergogna che si venga multati per pochi km/h in più rispetto al limite...