Da Milano a Como il centrodestra esulta

Il senatore 5 Stelle Vito Crimi festeggia su Facebook la vittoria in Lombardia. A Parzanica, piccolo comune bergamasco con meno di 400 abitanti dove il grillino Antonio Ferrari diventa sindaco al primo turno con il 57,3% dei voti. Magra consolazione per il Movimento che (anche) in Lombardia incassa un flop clamoroso alle amministrative. Resta fuori dai ballottaggi e non ingrana nella regione che tra pochi mesi torna alle urne. E visti i risultati nei grandi Comuni lombardi, la strada verso il Pirellone è tutta in salita anche per il centrosinistra, dovrà accelerare la scelta dello sfidante di Roberto Maroni per avere chance. A Lodi, la città del renzianissimo Lorenzo Guerini che è arrivata commissariata alle urne dopo le dimissioni el Pd Simone Uggetti, il candidato del centrosinistra Carlo Gendarini riesce ad arrivare al ballottaggio (30,6%) - non era scontato - ma ha una distacco corto dalla leghista Sara Casanova (27,3%). A Como, dopo la parentesi di un sindaco Pd, è nettamente primo a Como al ballottaggio il candidato del centrodestra Mario Landriscina (34,7%) che dovrà vedersela con lo sfidante Pd Maurizio Traglio (26,8%). Restando nella provincia, a Erba il match sarà tutto interno al centrodestra, tra la candidata di Fi, Lega e due liste civiche Veronica Airoldi e il vicesindaco uscente Claudio Ghislanzoni, espressione di quattro civiche. Il candidato Pd è nettamente dietro.

A Tradate, in provincia di Varese, l'ex sindaco leghista Dario Galli ha quasi sfiorato la vittoria al primo turno sulla sindaca uscente Laura Cavallotti, lo scrutinio si è chiuso 49,1% a 35,1 (quasi quindici punti avanti) quindi la partita si chiuderà il 25 giugno. Spostandosi in provincia di Monza e Brianza, a Meda si scontreranno Luca Santambrogio (42%, centrodestra) e il sindaco uscente di centrosinistra Gianni Caimi (35,5%), a Lissone è quasi un testa a testa tra Fabio Meroni (39,8%, centrodestra) e Concetta Monguzzi (37,3, centrosinistra) mentre a Cesano Maderno sarà ballottaggio tra il Pd Maurizio Longhin (46%) e Luca Bosio (32,3%, centrodestra). A Mortara, in provincia di Pavia, si contenderanno la poltrona l'uscente Marco Facchinotti (Lega) e Marco Barbieri (Pd).

ChiCa