Milano festeggia il Natale con il super panettone da Guinness e con quello "stellato" alla mela

Domenica in Galleria e al quartiere Niguarda tra dolci assaggi e canti degli Alpini. Il record ottenuto dal maitre chocolatier Davide Comaschi con il dolce della tradizione artistico del peso di 332,2 chili, lo chef Giancarlo Morelli ha lanciato la sua creazione alla mela renetta. Sangalli: "La città dimostra di essere sempre più attrattiva e guarda con fiducia alla sfida per le Olimpiadi invernali 2026"

Natale da record per Milano con il Panettone più grande del mondo certificato dal Guinness World Records e realizzato dal maitre chocolatier ed ex-allievo del Capac (la scuola di formazione di Confcommercio Milano) Davide Comaschi, direttore del Chocolate Academy Center Milano: 332,2 kg di peso, un diametro di 115 cm e un’altezza di un metro e mezzo.

Il dolce della tradizione milanese, nella speciale versione “artistica” è stato svelato durante la festosa cerimonia organizzata dal Comune di Milano in collaborazione con Confcommercio Milano, Fiera Milano (che ha curato l’allestimento), Camera di Commercio Milano, Monza Brianza e Lodi, Apa Confartigianato Milano, Monza e Brianza e Unione Artigiani della Provincia di Milano che si è svolta nella splendida e scintillante cornice della Galleria Vittorio Emanuele II alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, del presidente di Confcommercio Milano Carlo Sangalli e dell'assessore al Turismo Roberta Guaineri in un’atmosfera natalizia sottolineata dai canti intonati dal coro dell’Associazione Nazionale Alpini di Milano che ha collaborato anche al servizio d’ordine dando appuntamento all’Adunata del Centenario che si terrà a Milano dal 10 al 12 maggio 2019.

Il primato è stato raggiunto dopo cento ore di lavorazione, con un team di sei professionisti della Chocolate Academy Center che hanno usato 49.500 gr farina, 37.800 gr burro, 25.200 gr zucchero, 25.000 gr cioccolato fondente, 22.500 gr uvetta, 22.500 gr arancio candito, 22.500 gr acqua, 18.000 gr tuorli, 15.000 gr panna, 7.000 gr del prezioso cioccolato Ruby, naturalmente rosa, 5.100 gr miele, 2.000 gr cioccolato bianco, 810 gr sale, 540 gr aroma naturale arancia, 360 gr aroma naturale limone, 225 gr vaniglia.
Preoccupazioni economiche e tensioni internazionali – ha detto Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio Milano - non rallentano una Milano in grande vitalità natalizia. Dal panettone che entra nel Guinness dei primati ai tanti eventi diffusi, la nostra città sta dimostrando di essere sempre più attrattiva anche dal punto di vista turistico. Insomma una Milano da Guinness che guarda con fiducia alla sfida per le Olimpiadi invernali 2026”.

Una volta svelato il panettone è stato tagliato e distribuito al pubblico dagli studenti del Capac. Panettone servito con il sale al dattero: una preparazione di James 1599 (azienda promossa da Altoga, Confcommercio Milano) che prevede l'aromatizzazione di un sale fino mediterraneo, arricchito con dattero, pepe di timut e fava di tonka. Miscela creata appositamente per essere abbinata al gusto del panettone tradizionale. Contemporaneamente sono state offerte altre fette di panettoni artigianali donati dalla pasticceria Arte del Dolce di Corbetta Silvio (associata Confartigianato), dall’Unione Artigiani di Milano e Provincia e dall’Agenzia Milano Buenos Aires 563 delle Assicurazioni Generali.

Ed è stata festa del panettone anche al quartiere Niguarda dove a mezzogiorno in via Val di Ledro, con la presenza dello chef Giancarlo Morelli e la degustazione del suo originale “panettone stellato” alla mela, un dolce artigianale a lievitazione naturale, prodotto dalla fantasia creativa dello chef con l’impiego della mela renetta che ne scandisce morbidezza e dolcezza. Piccoli semi di cioccolato fondente si alternano alla radice dello zenzero candito e ai profumi freschi e avvolgenti di cannella, arancia, miele, vaniglia, lime e bergamotto.