Milano, freddati in strada: fermati i due killer a un anno dall'omicidio

Svolta nelle indagini sull'esecuzione della coppia. L'aggressione, avvenuta nel settembre 2012, probabilmente per una partita di droga non pagata

Svolta nell'omicidio di Massimiliano Spelta (43 anni) e Carolina Ortiz Paiano (21), freddati l'11 settembre 2012 in via Muratori a Milano. A oltre un anno dall'esecuzione da cui si è salvata solo la figlia della coppia di due anni, sono stati fermati due italiani, ritenuti responsabili dell'aggressione.

Il duplice omicidio era avvenuto in mezzo alla strada in un’ora di punta (alle 20) e aveva creato scalpore. Fin da subito gli investigatori avevano capito che si trattava di un regolamento di conti all'interno del narcotraffico. Alcuni conoscenti della coppia avevano infatti rivelato di un possibile debito delle vittime per una partita di droga mai pagata. In particolare la donna, dominicana, avrebbe fatto da tramite per il marito con la criminalità organizzata sudamericana. A conferma di questo, erano stati trovati 47 gramma di cocaina pura al 60% nella casa dei due.

Commenti
Ritratto di leopardi50

leopardi50

Gio, 26/09/2013 - 09:56

Scusate ma non ho letto bene. Siete sicuri che i due fermati sono italiani? Dai vostri articoli sembra sempre (o quasi) che il crimine nel nostro paese è appannaggio di romeni, moldavi, magrebini, ecc. Probabilmente l'articolo non è passato al vaglio della censura leghista.

paolonardi

Gio, 26/09/2013 - 10:31

leopardi50, ho letto alcuni suoi interventi che non meritano commenti, ma suscitano solo compassione. Spero per lei che la sua eta', forse sono 63 anni, sia ne sia la causa.

Palermitano

Gio, 26/09/2013 - 10:33

che rabbia se si pensa all'indegna gazzarra razzista che si era scatenata dopo il delitto, quando mistificatori e fomentatori politici e mediatici avevano fatto credere che i killer fossero stranieri! ma prima o poi la giustizia arriva e le mistificazioni si sgonfiano!

Palermitano

Gio, 26/09/2013 - 10:36

anche in questo caso, come nella stragrande maggioranza dei casi, i killer erano ITALIANI! come italiani sono gli autori dei principali reati in italia: mafia, omicidi, estorsioni, pedofilia, associazione a delinquere, usura, corruzione, concussione e tanto tanto altro.

Palermitano

Gio, 26/09/2013 - 10:37

I GIORNALI CHE INVECE ISTIGANO ALL'ODIO CONTRO GLI IMMIGRATI, CHE SCATENANO IL RAZZISMO DEI LETTORI E CHE ATTRIBUISCONO COLPE E SOSPETTI SU GRAVI DELITTI AD IMMIGRATI SENZA ALCUNO STRACCIO DI PROVE, VOLENTI O NOLENTI FANNO IL GIOCO DEI CRIMINALI ITALIANI VERI AUTORI DEI DELITTI!

rasiera

Gio, 26/09/2013 - 11:06

leopardi, secondo me hai questa volta hai "toppato" il commento. Un po' perché la Lega di questi tempi non ha potere per censurare un bel niente, poi per un leghista i delinquenti di qualsiasi posto devono stare in galera. Last but not least "due italiani" non specifica se del nord o del sud.

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 26/09/2013 - 11:18

Ci sono persone che ne hanno tanto, altre poco, altre ancora con dentro segatura o sostanze equivalenti; il soggetto è il cervello

paolodb

Gio, 26/09/2013 - 11:22

leopardi50: oltre a contestare la presunta "censura leghista", ripassati i congiuntivi.

Carboni oreste

Gio, 26/09/2013 - 12:42

palemmitanu(ci ho vissuto 5 anni)nenti nenti chi sunnu palemmitani? Va fattilla ficcare nto culu scimunitu comunista.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Gio, 26/09/2013 - 13:15

@ paolodb - 11:22 - Mi farò consigliare dal trota la sua Università che poi è la stessa dove si abbeverano i discepoli del Carroccio.

ambrogione

Gio, 26/09/2013 - 13:40

@leopardi50 io accetto scommesse che siano meridionali come te.

viento2

Gio, 26/09/2013 - 13:56

Palermitano e com'è che la popolazione carceraria è compasta al 70%da stranieri

alessandro-12

Gio, 26/09/2013 - 14:07

leggo che il sig. mafodda aveva accumulato pene per 25 anni e giustamente i nostri cari magistrati per premio lo mandano in giro per l'italia con la pistola in pugno ad ammazzare, ovviamente la legge e' uguale per tutti.... e i nostra cari magistrati sono dei tutori della legge integgerimi, la legge e le sentenze vanno rispettate, consiglierei al sig. mafodda di fare qualche festa in casa oppure falsificare qualche fattura cosi magari qualche giorno in carcere lo passa....

rasiera

Gio, 26/09/2013 - 14:13

@ ambrogione, è meglio se non scommetti. I due assassini sono meridionali. I nomi sono sul Corriere. Dovevano pagare la coca, invece gli hanno sparato. Leopardi50 non saprei, lo vedo più "centrale", sarà il nick.

Franciccio

Gio, 26/09/2013 - 15:09

Capperi Ambrogione, credo che tu ABBIA abbassato la guardia agli attacchi dei puristi dell'italiano, tipico delle persone che si SENTONO troppo sicure di se!

rasiera

Gio, 26/09/2013 - 15:20

Le vittime avevano un credito, non un debito. I killer sono meridionali.

Palermitano

Gio, 26/09/2013 - 16:06

viento 2, sei in malafede o non leggi le statistiche o non saprei dare altre spiegazioni. E' FALSO SOSTENERE CHE LA POPOLAZIONE CARCERARIA ITALIANA E' COMPOSTA AL 70% DA STRANIERI. E' VERO L'ESATTO CONTRARIO. LEGGI LE STATISTICHE: 67% DETENUTI ITALIANI E 33% DETENUTI STRANIERI. ADDIRITTURA LA PERCENTUALE DI DETENUTI E' SUPERIORE A QUELLA DI REATI COMMESSI DA STRANIERI, UN PARADOSSO DETTATO DAL FATTO CHE: 1) LE MISURE ALTERNATIVE VENGONO CONCESSE IN PROPORZIONE NETTAMENTE SUPERIORE AGLI ITALIANI, MENTRE GLI STRANIERI SONO ESCLUSI. 2) GLI ARRESTI DOMICILIARI NON POSSONO ESSERE CONCESSI AGLI STRANIERI SENZA FISSA DIMORA. 3) C'E' UN NON REATO COME LA CLANDESTINITA' O L'INOTTEMPERANZA DELL'OBBLIGO DI ESPULSIONE (PER I QUALI CI DOVREBBERO ESSERE AL MASSIMO SANZIONI AMMINISTRATIVE). SENZA QUESTO PARADOSSO LA PERCENTUALE DI DETENUTI STRANIERI SCENDEREBBE SOTTO IL 20%!

Palermitano

Gio, 26/09/2013 - 16:09

mi meraviglio che non sia stato censurato il messaggio di tale oreste che e' offensivo verso i palermitani e oltretutto di una volgarita' spregevole! al contrario di quanto sostiene questo ignorante, sono fiero di essere palermitano come falcone, borsellino, pio la torre, peppino impastato e tanti altri eroi!

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Gio, 26/09/2013 - 17:46

Palermitano, vero gli assassini sono italiani. Casualmente più vicini alle tue parti che alle mie (Milano), dove sono nati non solo Falcone e Borsellino (gloria eterna a loro) ma anche Toto' Riina, Leoluca Bagarella, Luciano Liggio, Don Vito Cascio Ferro, Lucky Luciano... devo continuare?

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 26/09/2013 - 18:29

Palermitano...Dimenticava: ed abito allo Zen....E.A.

Ritratto di lorel

lorel

Ven, 27/09/2013 - 09:37

Caro Palermitano...perchè sei così agitato e nervoso? Piccola lezione statistica agli xenofili: “gli immigrati sono il 38,6%, vuol dire che il 61,4% sono Italiani! Razzisti...gli Italiani sono i veri delinquenti!” Vediamo di farvi capire qualcosa: gli immigrati sono circa l’8% della popolazione generale, quindi, se fossero individui “normali” rappresenterebbero circa l’8% dei detenuti (fin qui ci arrivi anche tu vero?) visto che invece sono il 38,6% dei carcerati, significa che la loro propensione al delitto (per certi delitti come lo stupro è anche superiore) è 4/5 volte superiore a quella degli Italiani. Gli stranieri rappresentano il 38,6% dei detenuti.Queste le nazionalità più rappresentate nella popolazione carceraria immigrata: marocchina (19,4%), romena (15,3%), tunisina (12,7%), albanese (11,9%) e nigeriana (4,4%). La crème insomma! Amico palermitano...non è questione di malafede ma di....numeri e percentuali! O forse a Palermoregioneautonoma avete un'altro tipo di insegnamento?