Milano lancia la sfida dell'Expo 2015

A Monza l'evento "Verso l'Expo 2015". Napolitano: "Un'occasione per tutta l'Italia". Maroni: "Sarà mafia-free". Proteste di antagonisti e studenti con fumogeni e striscioni

La sfida dell'Expo parte da Monza, dove è stata presentata oggi l'edizione italiana dell'esposizione universale che prenderà il via a Milano il primo maggio 2015. Nella Villa reale sono arrivati il premier Enrico Letta e Giorgio Napolitano.

All'evento, seppur attraverso un videomessaggio, ha partecipato anche Manuel Jose Barroso: "È un’occasione unica per Milano, perl’Italia e per l’Unione Europea per aumentare la propria visibilità nel mondo", ha detto il presidente della Commissione europea, "Intendiamo cogliere l’opportunità di Expo per promuovere ulteriormente le politiche dell’Unione e per aumentare l’interazione con i partner sui temi trattati al centro di molte politiche". 

Anche il premier e il Capo dello Stato hanno posto l'attenzione sulla vetrina mondiale che offre l'evento. "Sarà di tutti o non sarà", ha detto Enrico Letta, "L'Expo vince e vincerà, se sarà simbolo dell’unità nazionale. Sarà fondamentale: leghiamo ad Expo l’obiettivo della ripresa economica del nostro paese. Vuol dire impegnarsi tutti". Il premier ha anche annunciato che il semestre di presidenza italiano della Ue, nella seconda metà del 2014, sarà dedicato all’Expo e che il prossimo vertice dell’Asem si svolgerà a Milano con la presenza di 50 capi di governo di tutto il mondo.

Si appella invece all'unità nazionale Giorgio Napolitano, secondo cui l'esposizione è "un’occasione straordinaria per un nuovo sviluppo dell’Italia nel suo insieme, Nord e Sud, per il superamento della crisi che stiamo vivendo". "Il nostro impegno è una ulteriore manifestazione della volontà dell’Italia di uscire dalle diatribe domestiche, di non ripiegarsi su se stessa, tantomeno in una fase di crisi", ha aggiunto il Presidente della Repubblica, "Siamo un Paese che ha fiducia in se stesso, che deve averne anche più di quanta ne dimostri, percorso com’è ancora da nervosismi destabilizzanti e da tendenze al pessimismo".

"Sono già 131 i Paesi che hanno aderito all’esposizione mondiale di Milano del 2015, e dunque si è superato l’obiettivo che ci si era posti con 2 anni di anticipo rispetto alla data dell’inizio che sarà il primo maggio 2015", ha aggiunto il commissario unico di Expo Giuseppe Sala parlando di "una vera e propria corsa dei Paesi del mondo" ad aderire all’esposizione.

"Parte una fase nuova di valorizzazione e diffusione dei contenuti di Expo", ha spiegato Roberto Maroni,  "C’è da recuperare un po' il tempo perso ma ci sono le condizioni perché Expo sia un grande evento per tutta l'Italia". Per questa occasione la Regione Lombardia ha richiesto al governo meno vincoli dal patto di stabilità, più flessibilità nei contratti di lavoro e la disponibilità "di arricchire il decreto che dà i poteri al commissario eventualmente con nuovi poteri per la deroga di alcune norme", come ha aggiunto il govenatore. E a chi teme che possa essere un'occasione anche per la criminalità organizzata, Maroni assicura: "Ci deve essere l’impegno delle istituzioni perché Expo sia mafia-free".

Intano la polizia è stata schierata contro i possibili scontri e tafferugli dai "No Expo" che hanno manifestato il loro dissenso con una biciclettata nei dintorni del parco. Un gruppo di contestatori hanno inoltre lanciato fumogeni e affisso striscioni nel centro di Monza. Imbrattate con vernice una banca e la sede del Comune. Qualcuno ha anche provato a raggiungere il parco in cui si terrà l'evento, ma è stato prontamente bloccato dalle forze dell'ordine.

Commenti
Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Dom, 07/07/2013 - 18:41

In un Paese democraticamente avanzato e abitato da persone intelligenti, di fronte ad una decisione nazionale già presa ed iniziata, il comportamento da tenere è fare di tutto tutti insieme perchè l'iniziativa riesca nel modo migliore possibile. Ciò andrà a vantaggio di tutti i cittadini e del prestigio degli abitanti di quello stato nel mondo. Cerchiamo almeno stavolta di finirla con contestazioni inutili e dannose, visto i frutti che hanno portato tutte le passate iniziative di scontro.

Sapere Aude

Dom, 07/07/2013 - 19:06

Quanta retorica pomposa! Sappiamo come andrà a finire, inquisiti a gogò, galera alle comparse e assoluzione dei capi banda. E' da una vita che fate promesse di buona condotta, ma ci ricascate sempre. Oramai non vi crede più nessuno. Nemmeno l'Europa. E quel poco di dignità che vi rimane (se ve ne rimane) fareste bene a impiegarla in altro modo.

swiller

Dom, 07/07/2013 - 19:22

Avete sentito il discorso di herry potter......... bene credo non serva altro.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 07/07/2013 - 19:26

"Proteste di antagonisti e studenti con fumogeni e striscioni". Definire anche studenti questi "signori" che contestano qualsiasi iniziativa, è fare un'offesa agli studenti veri e propri. Comunque, in bocca al lupo, Italia!

idleproc

Dom, 07/07/2013 - 19:27

Conosciamo molto bene i nostri polli. Anche perché il PD era così ansioso di vincere a Milano in compagnia degli udiccini. E' vero Milano e l'interland hanno bisogno di ripartire ma questi vedono solo come riagguantare le clientele e fare spartizioni tra i grandi players, banche e i soliti. L'Italia ha la necessità di un piano di sviluppo nazionale e di efficienza sistemica, bruceranno solo risorse, altri debiti ad usura e strozzinaggio euroglobal. Certo qualche soldo arriverà anche alle PMI e al lavoro produttivo ma saranno le briciole. Un fuoco di paglia che brucerà altre risorse. Dovrebbero difendere la nazione, pensare a come tirala fuori dall'eurotruffa dove la hanno infilata e continuano allo stesso modo. Non resterà nulla, come già dimostrato in passato. Faremo i conti dopo e spero che si facciano male.

winston1968

Dom, 07/07/2013 - 20:08

ripresa si di sta cippa

Silvano Poma

Dom, 07/07/2013 - 20:34

Tanto ci penseranno le inchieste e la magistratura a bloccare tutto.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Dom, 07/07/2013 - 20:59

A ben voler notare si conosceva il contenuto di questo "aulico" discorso già prima che il re d'italia lo pronunciasse. Che retorica! Un paese che rischia di avere l'iva al 23% ed ha una tassazione (reale) ben oltre il 60% e che soprattutto non è nemmeno piùà libero di fare scelte di politica non solo monetaria ma anche di semplice allocazione non SI RIPRENDERA' MAI. Non serve l'expo. Serve la gente in strada. Come in Brasile, come in Turchia e forse anche come in Egitto.

Ritratto di _alb_

_alb_

Dom, 07/07/2013 - 21:49

l'Expo è roba dell'altro secolo. Ma che dico? Di DUE secoli fa. Oggi una cosa come l'Expo non ha più senso, il grande pubblico ha altri mezzi (la rete soprattutto) per venire a conoscenza di prodotti e fatti nuovi. Quindi quello che rimane dell'Expo di MIlano è sicuramente solo il business lucroso degli appalti statali a fondo perduto. Insomma tasse per noi buttate nel cesso, come al solito.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Dom, 07/07/2013 - 22:02

proteste dei soliti noti...........seguiranno inchieste della solita magistratura di milano, e che vuoi che cambi

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 07/07/2013 - 22:24

l'ennesima brutta figura per l'Italia

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 08/07/2013 - 02:25

Figura triste questa persona di presidente.Sotto sotto traffica per dividere gli italiani essendo un comunista DOC, nei ruoli ufficiali si presenta come collante di una Italia che dal dopoguerra e' divisa per l' odio che da quel tempo il suo partito semina e raccoglie , tipo Br, sel,etct.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 08/07/2013 - 02:56

MILAN L'E UN GRAN MILAN"Rapina a turisti francesi in corso Como a Milano „Due turisti francesi, di 26 e 27 anni, sono stati rapinati in corso Como, intorno alle 4 di sabato. Sono stati approcciati da due romeni che, dopo aver loro sottratto i telefonini, si sono dati alla fuga cercando di nascondersi in via Pasubio“Rapina a turisti francesi in corso Como a Milano „Si tratta di un 26enne pregiudicato e un 31enne“Tanto per cambiare

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 08/07/2013 - 02:59

milan l'e un gran milan"Nerviano: rapinato ragazzo audioleso „ Sei vestito da lavoro, dacci i soldi": malviventi rapinano ragazzo audioleso Il fatto è accaduto nel tardo pomeriggio di mercoledì a Nerviano. A farne le spese un ragazzo 24enne audioleso “Nerviano: rapinato ragazzo audioleso „"Da quanto ha raccontato Marco non erano italiani — ci racconta la sorella — probabilmente erano stranieri". “

vittoriomazzucato

Lun, 08/07/2013 - 06:52

Sono Luca. Letta è tante parole , ma fatti niente. Adesso la frase che l'Expo sarà la ns. ancora di salvezza è la conferma di quanto detto prima. La cosa da fare è abbattere il Debito Pubblico e subito. GRAZIE

mrkrouge

Lun, 08/07/2013 - 08:00

Mi sembrava strano che non ci fossero le solite teste vuote a rognare anche per questo evento.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 08/07/2013 - 08:07

Se l'expo fosse anadta a Smirne ci saremmo risparmiati questo ennesimo pomposo, retorico e del tutto inutile discorso di regiorgio.

a.zoin

Lun, 08/07/2013 - 08:07

Come è possibile che sia MAFIA-FREE, quando al parlamento alla camera e al senato, senza dimenticarci della magistratura,c`è una corruzzione spaventosa con caratteri MAFIOSI ???