Milano, tra lustrini e proteste in scena la prima della Scala Serata in ricordo di Mandela

La Traviata inaugura la stagione. Presenti le più alte cariche dello Stato. Fuori le proteste dei Cub. La Cancellieri segue la prima con i carcerati San Vittore

Come tutti gli anni tra lustrini e proteste va in scena la prima della Scala di Milano. Questa volta la stagione lirica del prestigioso teatro viene inaugurata con la Traviata. Una serata nel ricordo Nelson Mandela, al quale sarà dedicato un minuto di silenzio. "E' assolutamente normale prima di iniziare di dedicare la serata a Nelson Mandela che è morto due giorni fa. Bisogna tener conto del mondo", ha spiegato il sovrintendente della Scala. Per Stephane Lissner si stratta dell'ultima prima, da settembre del prossimo anno si strasferirà a Parigi per dirigere l'Opera: "Stasera cadrà un tabù, per la prima volta si fa la Traviata per aprire la stagione. La protagonista Diana Damrau un’interprete unica, un talento, una voce, un’attrice eccezionale".

Mentre da una parte della piazza si affollanno le auto che trasportano alte cariche dello Stato (Napolitano, Grasso e la Boldrini, il ministro Bray e Maroni tra gli altri) e vip, dall'altro lato prendono corpo le proteste dei Cub. Il sindacato di base ha messo in scena una sua contro-opera: "La Traviata Italia". Un finto Giuseppe Verdi ha spiegato il senso dello "spettacolo": "Raccontare i depredati dalla Finanza, dagli industriali e dai politici collusi». Quindi una cantante, con indosso una felpa della Electrolux, azienda in crisi, ha iniziato la reinterpretazione dell’opera di Verdi". Ma in piazza non ci sono solo i sidnacati. Alcuni momenti di tensione si sono registrati quando è arrivato un gruppetto di giovani di Forza Italia con l'intenzione di contestare il capo dello Stato.

Ma a pochi chilometri dall'elegante teatro un altro parterre di nomi illustri, capitanato dal guardasigilli Annamaria Cancellieri, assissterà all'opera in un contesto del tutto differente: il carcere di San Vittore.

Commenti

giottin

Sab, 07/12/2013 - 18:52

La cancellieri è andata dove dovrebbe stare.

blues188

Sab, 07/12/2013 - 19:12

Quando c'è da accattare gratis, il Napolitano c'è sempre. Da buon napoletano verace.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 07/12/2013 - 19:25

Quante Traviate ad assistere alla Traviata.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 07/12/2013 - 19:36

mentre il popolo muore di fame e di tasse loro si divertono in prima fila gratis

Ritratto di serjoe

serjoe

Sab, 07/12/2013 - 19:48

Con la Clio o con la Golf alla Prima non si rinuncia con..Barroso ..per giunta....basta che non faccia il portoghese e che il biglietto lo paghi a sue spese.

Ritratto di sances2

sances2

Sab, 07/12/2013 - 19:53

Si "tiene conto del mondo" stando un minuto in piedi a pensare come si è belli eleganti? E si risolve il problema delle carceri stando seduti su una poltrona nel carcere per 2 ore ad assistere a una rappresentazione teatrale? Quanto a retorica i nostri rappresentanti non temono rivali!

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 07/12/2013 - 20:04

Sfarsi inutili che non ci possiamo permettere.Ma tante abbiamo un re di coppe, lui ci tiene a queste cose , da buon comunista massone.

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Sab, 07/12/2013 - 21:14

SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO! STIAMO MORENDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

bret hart

Sab, 07/12/2013 - 23:07

napolitano 6 un pagliaccio dimettiti e pubblicatelo xfavore

Stepas2

Dom, 08/12/2013 - 00:04

Che cosa c'entra Mandela con Verdi, la Scala e, in generale, l'opera italiana dell' '800?

morovalmontone

Dom, 08/12/2013 - 00:23

Annamaria Cancellieri, assissterà all'opera in un contesto del tutto differente: il carcere di San Vittore.SPERIAMO CHE ALLA FINE NON RITROVANO LE CHIAVI PER FARLA, USCIRE PECCATO CHE HA LASCIATO FUORI IL PRESIDENTE DELLA COMUNITA' EUROPEA BARROSO E PRODI, ERA UNA BUONA OCCASIONE PER PROCESSARE CHI LA' DISTRUTTA L'EUROPA " VERGOGNA"

pajoe

Dom, 08/12/2013 - 01:46

Patetico show off di memoria;"Belle Epoque"alla Scala per la premier della Traviata.Non c'era Opera più indicata per indicare il dramma che sta attraversando il Paese, a causa del decrepito sistema politico costituzionale che l'attanaglia e che impoverisce sempre più gli incazzatissimi Italiani.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 08/12/2013 - 06:49

""La Cancellieri segue la prima con i carcerati San Vittore"" Perchè non l'hanno trattenuta ? Magari insieme a tutti quei sinistrorsi che facevano bella mostra di se nel Palco REALE !

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 08/12/2013 - 07:18

Un'allestimento bellissimo. Peccato che molti non abbiano apprezzato la modernità della regia. Traviata, una Violetta STREPITOSA, grande cantante e attrice

michele lascaro

Dom, 08/12/2013 - 08:41

I registi attuali credono di scoprire l'acqua calda, e di essere promotori di una "nuova oggettività, ambientando le opere all'età attuale. Ma non capiscono che l'opera si riferisce SOLO all'epoca in cui è stata scritta, e combinano pasticci, finiti regolarmente, nel Tempio della musica, poi!, con buuh infiniti. Questo è l'orrore di chi vuole strafare. Zeffirelli non avrebbe mai osato cadere in questo errore!

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Dom, 08/12/2013 - 09:24

Tutti alla Scala,ieVi seVa! A vedere "I Traviati" ?