Passera si ritira dalla corsa a sindaco: "Parisi può unire le forze"

Il leader di Italia Unica ritirato la candidatura a sindaco di Milano. Trovato l'accordo con il centrodestra: sosterrà Parisi

Corrado Passera si ritira dalla corsa a sindaco di Milano. L'ex ministro ha raggiunto un accordo con il candidato del centrodestra Stefano Parisi. "Siccome Milano è più importante di ciascuno di noi io sento il dovere di unire le forze per raggiungere l'obiettivo. Fortunatamente c'è la persona con cui unire le forze", ha annunciato nel corso di una conferenza stampa, convocata con pochissimo preavviso nella sede del suo comitato elettorale a Milano.

Passera ha deciso di fare un passo indietro. O meglio, un passo di lato. Perché non uscirà di scena ma darà "il massimo impegno" perché Parisi riesca a scalzare Giuseppe Sala, candidato sindaco per il centrosinistra, e diventare sindaco di Milano. "Ho accettato il suo invito a unire gli sforzi - ha spiegato - e rafforzare attraverso la sua lista civica la componente liberale della sua coalizione". Tutta la coalizione di centrodestra ha supportato questa scelta e nei prossimi giorni verrà fatta una presentazione con maggiori dettagli. "Abbiamo un'alleanza sul programma, - ha spiega Parisi durante la conferenza stampa - non abbiamo ancora ragionato sulla composizione della lista". Per Passera non c'è stata, almeno per il momento, alcuna "investitura" da assessore nel caso di vittoria dello schieramento di centrodestra. "Per ora parliamo di programmi", si è affrettato a commentare Parisi riconoscendo che l'alleanza con il leader di Italia Unica segna "una giornata storica per questa campagna elettorale".

Insieme a Parisi, che era accanto a lui in conferenza stampa, l'ex banchiere ha parlato di un contributo "liberale" al centrodestra, aggiungendo all'alleanza "quel delta che manca per vincere". Ma non ha fatto nomi. "Con Passera - ha confermato lo stesso candidato sindaco - c'è una forte identità di vedute per rimettere in moto Milano in un'ottica liberale, con una piattaforma di governo". Il centrodestra ha applaudito la scelta di Passera. "Da oggi - commenta Riccardo De Corato di Fratelli d'Italia - Sala e il centrosinistra si trovano di fronte a una strada fortemente in salita". Per Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare, la scelta di Passera è "la prova che Milano è veramente una città laboratorio, dove la rigenerazione del centrodestra di cui parla Parisi è una possibilità reale".

Commenti

vince50_19

Sab, 09/04/2016 - 17:51

Loggia del Drago, uber alles..

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/04/2016 - 17:52

bravo! cosi si fa, l'unione fa la forza! e poi, dopotutto, passera può essere una persona ragionevole e di buon senso!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 09/04/2016 - 18:26

DOVREBBERO FARE LA STESSA COSA A ROMA, ALLEARSI SU UN UNICO CANDIDATO. BERTOLASO NON MI CONVINCE, LA MELONI DOVREBBE FARE LA MAMMA QUINDI SPERO CHE TUTTI CONVERGANO SU MARCHINI.

Anonimo (non verificato)

peter46

Sab, 09/04/2016 - 18:54

Non potevate usare la stessa 'esca' per Roma...e Napoli,dato che a Milano 'abboccano' tutti?Ed anche tra voi,s'intende.Tu Salvini non hai proprio niente da dire...normalizzato,ecco sei stato 'normalizzato':in politica le promesse son sempre state da 'marinaio',e speriamo che non salti fuori qualcosa di 'peggio'.E pensare che Passera lo avevate 'massacrato' per quell'evasione di Intesa San Paolo,ma tant'è....acqua passata:ma almeno non fate i duri e puri.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 09/04/2016 - 19:01

Seguirà a RUOTA Bertolaso???? MAHHH!!! Se vedum.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 09/04/2016 - 19:18

Bene! A Milano abbiamo qualche possibilità. adesso aspettiamo che Bertolaso faccia lo stesso a Roma.

orsograsso

Sab, 09/04/2016 - 19:45

Pur di non dare il voto all'orrenda sinistra arruffapopoli, pro centri sociali e politically correct di Milano voterei anche per i re Magi. Ma, qualcuno mi sa dire quale differenza fa, amministrativamente, per me ipertassato, multato e vessato tra centro destra e sinistra? Spero che caccino via rom, slavi e marocchini che infestano la mia zona (p.le Cuoco), ladri, sempre ubriachi, nullafacenti e strafottenti, comunque tollerati anzi vezzeggiati dai sxxxxxxxxxi miliardari come Pisapia&Compagni. In realtà penso che non succederà nulla di importante. Continueremo a pagare mettere inferriate alle finestre e bestemmiare.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 09/04/2016 - 20:11

Ora tocca a Roma un passo di lato da parte di qualcuno è il gioco è fatto, ma non basta il sindaco occorre formare una squadra che metta a posto la capitale di ducetti pinocchietti fanfaroni ne abbiamo le scatole piene!

Piergiacomo74

Sab, 09/04/2016 - 20:23

Da oggi di Passera su "Il Giornale" se ne parlerà solo bene

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 09/04/2016 - 20:24

Uno che perdeva già in partenza non poteva fare altra scelta!

moshe

Sab, 09/04/2016 - 20:35

Un buffone in meno. Comunque, la cosa che mi fa più ridere, è che il passero voleva imperniare la sua propaganda elettorale sul walfare, sì! proprio lui, ministro di un governo che ha messo in mezzo alla strada migliaia di esodati, ha tagliato gli adeguamenti delle pensioni a centinaia di migliaia di persone ed ha costretto a lavorare altrettante migliaia di persone fino alla sfinimento !!! BUFFONE!!! BUFFONE!!! BUFFONE!!! BUFFONE!!! BUFFONE!!! BUFFONE!!! BUFFONE!!! BUFFONE!!!

stefano_5864

Sab, 09/04/2016 - 21:18

Bello sforzo, ha capito che nessuno se lo sarebbe filato!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 09/04/2016 - 23:53

Con che coraggio si presentava a candidarsi questo Passera che È STATO UNO DEI MAGGIORI RESPONSABILI DELLA TRISTE ODISSEA DEI NOSTRI MARÒ. Uno che ha brigato per riconsegnarli all'India PER NON DANNEGGIARE I RAPPORTI COMMERCIALI CON QUEL PAESE.

un_infiltrato

Dom, 10/04/2016 - 06:58

Come volevasi dimostrare e come vado dicendo da tempo. E cioè: Parisi a Milano e Marchini a Roma. Tutto il resto è noia.

Happy1937

Dom, 10/04/2016 - 08:16

Buona decisione, anche se la forza politica di Passera, già fallimentare ministro del ridicolo Governo Monti figlio di un colpo di Stato, è molto molto modesta. Comunque meglio l'unione che il frazionamento in mille stupidi rivoli. Sarebbe bene che anche a Roma si mettessero insieme per sostenere Marchini.

peter46

Dom, 10/04/2016 - 10:55

moshe...forse non hai letto bene l'articolo,il 'buffone' come lo nomini tu,non si ritira per stare a casa,ma entra di 'diritto' nella coalizione di Parisi e s'accompagna' con la tua 'verde' parte politica.O non sei più 'verde'?...puoi spiegarlo a Salvini come fa ad 'accettare' di 'accompagnarsi' con uno che per te è un 8 volte 'buffone'?Di come farai tu a 'votarlo' non te lo chiedo neanche...