Milano, pusher tunisino nascondeva la cocaina anche in doccia: arrestato

La polizia di Stato ha intercettato lo spacciatore mentre trasportava gli stupefacenti a Vigevano

Un pusher tunisino comprava la cocaina a Milano, la nascondeva in casa in modo (quasi) perfetto e la rivendeva sul mercato nero di Vigevano: ora è stato arrestato dalla polizia.

Si tratta di un uomo di 34 anni, con regolare permesso di soggiorno ma altri precedenti penali, messo in manette dagli uomini della squadra investigativa del Commissariato Lorenteggio, come riporta Milano Today.

Gli agenti hanno allora perquisito la sua abitazione, dove hanno rinvenuto un’enorme quantità di cocaina: cica 120 grammi. La sua casa era di fatto una piazza di spaccio, visto che i suoi acquirenti si recavano da lui per comprare la droga.

Droga che il nordafricano nascondeva con estrema cura e inventiva nel telaio del box doccia, dove sono state infatti trovate ben nove confezioni di cellophane termosaldato, con all’interno la polvere bianca, del peso di circa sette grammi l’una.

Il tunisino si trova in stato di arresto con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 01/08/2018 - 14:24

Ecco un'altra risorsa sboldriniana,gentile omaggio dei sinistrati. Che il Signore vi maledica.

alex_53

Mer, 01/08/2018 - 16:22

Toh! casualmente è un immigrato!! occorre cambiare le leggi ovvero raccattare o rastrellare tutti gli immigrati in Italia che non hanno fissa dimora o lavoro e che deliquono, richiuderli in un campo chiuso magari facendoli lavorare forzatamente, in attesa di rimandarli al loro paese, così gli passa la voglia di venire a romperci le palle.

alex_53

Mer, 01/08/2018 - 16:22

Toh! casualmente è un immigrato!! occorre cambiare le leggi ovvero raccattare o rastrellare tutti gli immigrati in Italia che non hanno fissa dimora o lavoro e che deliquono, richiuderli in un campo chiuso marari facendoli lavorare forzatamente, in attesa di rimandarli al loro paese, così gli passa la voglia di venire a romperci le palle.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 01/08/2018 - 16:24

boeriiiiiiiii dai fai sapere agli italiani quanto versava di cotributi inps questa tua risorsa

sesterzio

Mer, 01/08/2018 - 16:47

Stiamo allevando delle serpi nel nostro seno.Sedicenti rifugiati scorrazzano per il Paese spacciando,trasgredendo tutte le leggi (compreso anche l'attuale nuovo sport di aggredire i poliziotti) nell'assordante silenzio delle nostre autorità. Siamo allo sfacelo. E poi ci si lamenta se gli italiani diventano razzisti.