Milano torna agli anni di piombo: colpite librerie e centri di destra

Nella notte 3 attentati hanno colpito sedi storiche della Destra milanese. Cresce la tensione in vista delle commemorazioni di Ramelli, Pedenovi e Borsani

La sinistra milanese non conosce rispetto. Sono, questi, giorni importanti per la destra meneghina. Domani, infatti, verranno commemorati Sergio Ramelli, Enrico Pedenovi e Carlo Borsani, tutti barbaramenti uccisi da uomini di estrema sinistra.

Nella notte, dopo l'incontro Divide et impera: Milano Burning, le radici dell'odio, sulla morte di Sergio Ramelli, sono stati colpiti alcuni importanti centri della Destra milanese. La libreria Ritter, uno dei più importanti centri della destra meneghina, è stata data alle fiamme. Le vetrine sono andate in frantumi, sono tutte da tappezzare, come ci racconta il proprietario. A causa dell'incendio, i condomini del palazzo che ospita la libreria sono stati evacuati.

Anche la sede dell'Ugl di via Aosta 13 è stata colpita questa notte. Come si legge nel sito: "Tra le ipotesi, le posizioni assunte dalla federazione su Expo in merito alle inefficienze relative alla sicurezza".

La sede di Forza Nuova Milano Sud è stata imbrattata con della vernice e le sono state divelte finestre e imposte. Gli artificieri intervenuti sul posto hanno rilevato la presenza di una bomba artigianale fortunatamente inesplosa.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 28/04/2015 - 10:53

un ringraziamento alle forze democratiche di sinistra per la loro consueta sensibilita' . Ringrazio Dio ogni giorno per essere nato Fascista !

Libertà75

Mar, 28/04/2015 - 11:06

I soliti nazikomunisti, antidemocratici, razzisti e xenofobi.

Ritratto di Chichi

Chichi

Mar, 28/04/2015 - 11:10

Non drammatizziamo. Ragazzate! Il lungimirante governo che ci è stato dato in dono, se perseguire o meno queste inezie l’ha gia lasciato alla discrezionalità dei pm.

atlante

Mar, 28/04/2015 - 11:12

In Italia abbiamo una sinistra ipocrita e schifosa, tutt'altro che "democratica". Ed un popolo bue che continua a votare il PD. E' semplicemente questo il motivo per cui siamo ridotti nella m...elma: massacrati di tasse ed invasi dagli africani.

roberto.morici

Mar, 28/04/2015 - 11:35

Tanta sensibilità ed un così elevato senso democratico meritano una sconfinata ammirazione.

Mechwarrior

Mar, 28/04/2015 - 11:44

Ma ci sono ancora babbei di questo genere?

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mar, 28/04/2015 - 11:46

E queste immonde bestie rosse hanno poi l'impudenza di usare "fascista" come un insulto!

Rossana Rossi

Mar, 28/04/2015 - 12:11

E grazie agli italioti che li votano siamo ostaggi dei sinistro..i 'democratici' che lo sono talmente tanto da essere peggio, ma molto peggio, dei peggiori fascisti........

Ritratto di sitten

sitten

Mar, 28/04/2015 - 12:16

ATTENZIONE, ATTENZIONE. LA BESTIA ROSSA, CON I SUOI UTILI IDIOTI È DI NUOVO IN AZIONE. FARE QUADRATO AFFINCHÈ LA BESTIA ROSSA, SIA SCHIACCIATA.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 28/04/2015 - 12:22

Esistono due tipi di fascisti. I fascisti e gli antifascisti.

paco51

Mar, 28/04/2015 - 12:36

ma su, per 4 petardi!

clod

Mar, 28/04/2015 - 12:36

E, alla faccia della tanto sbandierata pacificazione, domani, per la prima volta in quarant'anni non ci sarà il consueto corteo in memoria di Ramelli. Ora, con la scusa dell'attentato cercheranno di vietare anche la commemorazione prevista ( lasciandi però campo libero ai rossi come sempre) ?

27Adriano

Mar, 28/04/2015 - 12:37

..Cosa volete! E' il terrorismo creato dalla sinistra nelle varie forme: antagonisti, collettivi, centri sociali, no tav, sindacati, ma non sono condannabili perché..democratici TERRORISTI!!

scarface

Mar, 28/04/2015 - 12:50

Terrorismo finanziato dallo stato

martinsvensk

Mar, 28/04/2015 - 13:21

Che strano popolo gli Italiani. Sempre in prima fila nelle catastrofi, dimostrano un coraggio, un'abnegazione, uno sprezzo del pericolo quando si tratta di aiutare popolazioni lontane in difficoltà. Proni all'invasione dall'Africa senza preoccuparsi dei risvolti economici, culturali, sanitari, religiosi che questa invasione comporta. Nemici acerrimi con i loro compatrioti, portano avanti divisioni storiche che non hanno più senso pur di combattersi tra di loro " Noi siamo da tempo calpesti e derisi perché non siam popolo, perché siam divisi". Parole sante.

grandeoceano

Mar, 28/04/2015 - 14:09

questi sono i veri fascisti

killkoms

Mar, 28/04/2015 - 19:07

la milano(non più da bere) del sindaco pisapippa!