Milano come Venezia: prima gondola sui Navigli

Boom di richieste soprattutto tra gli innamorati

Milano un po’ come Venezia, grazie a un’idea di Umberto Pagotto, 58enne di treviso, di professione assicuratore e istruttore di voga veneta per passione, e Sergio Passetti, presidente della Canottieri San Cristoforo.

Hanno trovato, nel canale Treporti di Mestre, una vecchia imbarcazione costruita negli anni ’60 ma inutilizzata da molto tempo, l’hanno rimessa a nuovo e finalmente sono riusciti a realizzare il loro sogno comune: portare un po’ di Venezia a Milano. E poter organizzare corsi di voga veneta anche sotto la Madonnina.

Il 16 dicembre scorso la gondola ha avuto il suo battesimo nelle acque milanesi trasportando due cantanti lirici per un concerto d’arie d’opera sui Navigli.

Da quel momento è cominciata l’avventura che ha riscontrato apprezzamenti da turisti e milanesi, desiderosi di poter fare un giro. La tariffa è di 80 euro e sono soprattutto gli innamorati a chiedere di poter salire.

Ha raccontato il gondoliere Pagotto: "Ho visto fidanzati inginocchiarsi e per chiedere la mano alla loro amata, ho assistito a scambi di anelli. In quel momento si è testimoni di qualcosa di grande e unico ed è estremamente emozionante".

Il progetto prevede l’arrivo in Darsena di diverse gondole, in modo da poter creare un vero e proprio team di navigatori esperti. Vi è infatti l’idea di un gemellaggio tra la Reale Società Canottieri Bucintoro e la San Cristoforo.

Spiega Passetti: "Loro ci manderanno una “mascaret” a due posti. E noi abbiamo acquistato una “puparino”. Vogliamo creare un equipaggio di vogatori milanesi che partecipino a gare veneziane". Si nota subito l’entusiasmo di Pagotto nelle sue parole quando descrive la sua nuova professione: "La voga veneta sfrutta il peso del corpo e non solo la forza delle braccia. Il remo si appoggia su una forcola aperta, perché vogando in laguna va estratto per le manovre di allontanamento da muri o altre barche. È difficile imparare a tenere il remo in forcola".

Una gondola è lunga 11 metri e pesa 6 quintali, è difficile quindi riuscire a tenere la direzione, dipende tutto dalla bravura del gondoliere. Il suo costo parte da circa 40mila euro fino a arrivare a cifre molto elevate.

"Passione, emozione, nostalgia, una grande tecnica. Dietro alla decisione di portarne una gondola a Milano ci sono tutte queste cose e io amo spiegarle ai miei viaggiatori", conclude il nuovo gondoliere milanese.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 10/08/2018 - 10:23

e il gondoliere quando traghetterà i passeggeri canterà: o mia bella madunina... o ciao venesia? ah ah ah!

Reip

Ven, 10/08/2018 - 12:18

Si come no! Una gondola che galeggia in mezzo i topi le pantegane e la spazzatura!

fifaus

Ven, 10/08/2018 - 15:52

anche Milano si è ormai, da tempo, sottomessa alla regola che impone la perdita di identità