Milano violenta: ogni giorno oltre 16 interventi per aggressioni

Oltre 700 interventi al giorno, tra città e provincia, per un totale a fine anno di 262.545. È il bilancio di fine 2013 per la centrale di emergenza sanitaria 118. La stragrande maggioranza riguarda malori, intossicazioni, e altri motivi clinici, ma nel 2,3 per cento, 16 al giorno, dei casi si è trattato di eventi violenti, come omicidi, rapine con feriti, aggressioni. Rappresentando così un piccolo record negativo in Lombardia.
I dati sono stati forniti dal 118 che, a pochi giorni dalla finne dell'anno, ha tracciato un breve report sull'attività in Lombardia, divisa per provincia. Alla centrale operativa sanitaria arrivano 1800 telefonate al giorno, per 900 delle quali è necessario l'intervento. Il 6 per cento riguardano incidenti stradali con le punte più alte nel bergamasco dove la percentuale, con 47.894 eventi, sale all'8 per cento. A Sondrio invece, con un totale di poco inferiore ai 10mila interventi, vengono registrati i dati più bassi sia per i sinistri stradali, 5,9 per cento, ma soprattutto per eventi violenti, sotto il punto percentuale. Quasi un terzo di Milano e provincia dove il dato sale sopra i due punti percentuali
Facendo un raffronto con l'anno precedente si nota che gli interventi sono diminuiti quasi ovunque. Per quanto riguarda i falsi allarmi, persone che si divertono lanciando allarmi inesistenti senza pensare al disservizio creato, un grande filtro è operato ora dal numero unico 112 che raccoglie tutte le chiamate d'emergenza. Gli operatori ricordano sempre che le telefonare sono quasi tutte registrate.