Minacce alla Lega: «Non tornate nel quartiere»

E Salvini: «Chiuderemo i centri sociali, covi di delinquenti»

Cari leghisti, avete avuto quello che meritate. È in sintesi il messaggio scritto su alcuni volantini spuntati al Corvetto dopo l'aggressione di una settimana fa da parte di membri dei centri sociali a due militanti del Carroccio che partecipavano a un gazebo.

«Chi semina vento raccoglie tempesta - si legge nei manifesti -. Martedì scorso la Lega Nord si è presentata in questo quartiere con la sua propaganda di guerra e di razzismo. Hanno ricevuto l'accoglienza che gli spetta». Le minacce continuano contro altri partiti, «colpevoli» della costruzione di Cie e frontiere: «Chiudiamogli la bocca». Matteo Salvini risponde su Twitter: «I centri a-sociali minacciano la Lega a Milano: Vi chiuderemo la bocca. E noi chiuderemo i vostri covi di delinquenti».

Anche Paolo Grimoldi, deputato leghista e segretario della Lega Lombarda, e Davide Boni, segretario della Lega Nord Milano, attaccano: «In città - dichiarano - si continua a respirare un pericoloso e gravissimo clima di intimidazione verso la Lega Nord e i suoi militanti e simpatizzanti. La violenta aggressione da parte dei soliti noti dei centri sociali la settimana scorsa a un banchetto elettorale della Lega Nord, in piazzale Rosa nel quartiere Corvetto, a due militanti leghisti, una donna incinta e un pensionato, malmenati e finiti in ospedale, è passata sotto silenzio e senza nessuna voce di vera condanna da parte del centrosinistra». Ora i volantini: «Sempre nella zona di Corvetto, ecco spuntare - continuano i politici del Carroccio - inquietanti volantini incollati a bidoni della spazzatura o all'arredo urbano, con la foto del nostro militante ferito e sanguinante dopo l'aggressione in piazzale Rosa corredata dalla scritta 12 aprile 2016, Buon compleanno Lega Nord. Scritta e immagine che parlano da sole, un esplicito invito alla violenza nei confronti della Lega Nord, dei suoi candidati e dei suoi militanti e simpatizzanti. Il tutto nel silenzio complice del centrosinistra, che per anni con la sua giunta ha coccolato e protetto questi delinquenti e ora non ne condanna apertamente le loro azioni violente».

Commenti

Giorgio5819

Mer, 20/04/2016 - 19:02

Non ho sentito un fiato da parte delle istituzioni a condanna dei maiali dei centri sociali...chi tace acconsente, di solito, in questo caso chi tace è complice.

Giorgio5819

Mer, 20/04/2016 - 19:03

«Chi semina vento raccoglie tempesta", se è vero, tra non molto i centri sociali saranno completamente ricoperti di m.erda, loro ambiente naturale.