Minacce sui muri contro i politici di Fi

Pietro Tatarella e Marco Bestetti nel mirino dopo le sgombero del centro sociale «Soy Mendel»

«Scritte intimidatorie» contro due esponenti di Forza Italia sono state denunciate dal coordinatore cittadino Giulio Gallera che esprime solidarietà a Pietro Tatarella, capogruppo in consiglio comunale e al consigliere di Zona 7 Marco Bestetti, destinatari del messaggio apparso sui muri di Baggio, dove i due risiedono, dopo lo sgombero del centro sociali Soy Mendel di via Cancano, all'ingresso del Parco delle Cave. «Bestetti-Tatarella, sicuri di aver ripristinato la legalità a Baggio», è la scritta tracciata con vernice rossa contro i due considerati colpevoli della richiesta di sgombero dello spazio occupato fatta nel «parlamentino» di zona 7. «Da quando a Milano governa la giunta arancione - dice Gallera - sono i centri sociali a dettare legge. A loro è permesso occupare abusivamente immobili pubblici e privati e se per una volta si prova a ripristinare la legge, ecco che spuntano scritte intimidatorie. Le minacce sono evidentemente il risultato di anni di lassismo della maggioranza arancione verso occupazioni e centri sociali. Ma Fi non intende abbassare la guardia». Era stato infatti proprio grazie alle denunce di Fi e all'intervento delle forze dell'ordine che il centro di via Cancano occupato dall'ottobre scorso, era stato sgomberato.

«Esprimo tutta la mia solidarietà a Tatarella e Bestetti che sono sicuro continueranno a lavorare al fianco dei cittadini e delle associazioni presenti sul territorio per offrire a Milano un'alternativa di legalità e sicurezza» conclude Gallera. «Clima pesante a Milano» dice la coordinatrice regionale di Forza Italia Mariastella Gelmini che esprime «solidarietà ai consiglieri presi di mira a Baggio. Avanti con la battaglia per la legalità».

Intanto proprio ieri il collettivo Soy Mendel ha fatto un presidio sotto il consolato cileno di via Ricasoli in solidarietà con la lotta del popolo Mapuche, indigeni che abitano nel territorio meridionale del Cile e dell'Argentina e che da secoli lottano per la difesa della propria terra contro devastazioni e occupazioni illegittime.RC