Moda donna: oltre 7mila buyer al Mipap. Più stranieri

Forte aumento dei visitatori stranieri al salone internazionale del pret-a-porter femminile appena concluso a fieramilanocity, che ha visto in mostra 150 collezioni per la prossima primavera-estate 2013. Serioli: "E' la conferma che Mipap è un momento espositivo solido e in grado di garantire buoni standard qualitativi e quantitativi per le aziende che vi hanno esposto”. Ora si lavora l’organizzazione del nuovo salone della moda che si terrà a febbraio 2013 in sinergia tra Fiera Milano e Pitti Immagine

Anche il pret-a-porter femminale piace sui mercati esteri. La conferma arriva dal Mipap, il salone internazionale del pret-a-porter femminile appena concluso a fieramilanocity, che ha visto in mostra 150 collezioni per la prossima primavera-estate 2013. Oltre 7000 i buyer registrati nei tre giorni di manifestazione, di cui il 30% provenienti dall’estero. I Paesi che hanno avuto la miglior performance in termini di visitatori sono Russia e Ucraina con incrementi del 50%; a seguire Spagna che segna un + 41% e Turchia un +25%. Tra i paesi dell’estremo oriente, Cina e Giappone confermano il loro interesse nella manifestazione mentre una calo di visitatori è da segnalare sul fronte francese che ha registrato un – 11%.

“La flessione dei visitatori italiani è stata bilanciata da una buona tenuta degli stranieri – dice Marco Serioli, direttore Exhibitions Fiera Milano -. Si tratta di un risultato che ha caratterizzato Mipap come un momento espositivo solido e in grado di garantire buoni standard qualitativi e quantitativi per le aziende che vi hanno esposto”. Serioli guarda anche al futuro, alle nuove inizitive legare al rilancio del sistena moda italiano e vedranno Milano e Fira Milano ancora una volta protagonisti: “Le aziende sono entusiaste del nuovo progetto per la moda donna che stiamo organizzando con Pitti Immagine e sotto l’egida del Comune che si terrà nel febbraio 2013 nell’ex Palazzo delle Scintille a Milano (lo storico Padiglione 3 nell'area dove sta sorgendo il nuovo quartiere di CityLife, ndr). E' una occasione unica per le imprese del settore di diventare protagoniste di un salone che ha come obiettivo rafforzare la presenza fieristica della città di Milano nel panorama internazionale della moda”.