Molesta ragazzina in metropolitana: 70enne in manette

Quasi sicuramente si tratta della persona più anziana arrestata in metropolitana per questo genere di reato. La polizia, infatti, ci aveva «abituati» in questi anni a schiere di giovani egiziani finiti in manette per essersi strusciati, approfittando della calca, contro giovani donne salite sui vagoni. Giovedì pomeriggio, invece, gli agenti della Polmetro hanno arrestato con l'accusa di violenza sessuale Ottavio I., 70 anni, un pensionato nato in Libia, sposato e residente in città, in un certo senso «vecchia conoscenza» dei poliziotti. Gli agenti in borghese di pattuglia nelle metropolitane milanesi, infatti, lo tenevano d'occhio da qualche tempo per sorprenderlo in flagranza. L'attesa ha portato i suoi frutti: giovedì alle 16 il pensionato è stato colto sul fatto mentre, a bordo di un treno fermo alla centralissima fermata «Duomo», si masturbava sfregandosi contro una 14enne. La ragazzina ha cacciato un urlo, così sul maniaco sono piombati immediatamente gli agenti della Polmetro che lo hanno ammanettato e arrestato, mentre l'adolescente si riprendeva dalla brutta esperienza.
Il molestatore, prima dell'altroieri, non aveva mai avuto problemi con la giustizia, ma vista la sua abilità nel muoversi e nel non farsi mai sorprendere sul fatto, si suppone che il vizio di molestare le giovanissime sui mezzi pubblici affollati ce l'abbia davvero da parecchio tempo.