MOLESTIE/1Il centro fa davvero i massaggi Deluso aggredisce la ragazza

Una volta entrato nel box l'egiziano ha immediatamente, e chiaramente, espresso il tipo di prestazione che pretendeva dalla massaggiatrice cinese. Ma l'asiatica non era quel tipo di «professionista», ha respinto le avance ed è stata subito aggredita. In qualche modo si è divincolata ed è riuscita a fuggire, allertare il 113 e far arrestare il nordafricano. Lo straniero si era recato l'altro pomeriggio al centro massaggi «Bao Hong» di via Lussin Piccolo 1, traversa di piazza Istria. Ha pagato, si è infilato in un box, si è spogliato e, con addosso solo il consueto perizoma fornito dalla «casa», ha atteso la prestazione. Che non era propriamente quella che si attendeva lui. Così ha aggredito la titolare tentando di stuprarla. La donna, 43 anni, è riuscita a divincolarsi, e chiamare il fidanzato, un italiano di 40 anni, che ha fatto intervenire la polizia Una volta arrivati, gli agenti hanno trovato ancora l'egiziano, 23 anni, regolare e incensurato, che pretendevano la restituzione dei soldi.