Mongolfiere, parchi, festival Istruzioni per il ponte in città

Musei tutti aperti, mostre da vedere e cinema sui tetti Alla Fabbrica del Vapore tre giorni di "design digitale"

Musei aperti per tutti i gusti, cinema in «luoghi speciali» e festival in giro per la città: non si può dire che a Milano ci siano poche cose da fare, durante il ponte del 2 giugno. Abbiamo preparato un piccolo vademecum del «divertimento intelligente», da gustarsi da soli, in coppia, con gli amici o in famiglia.

DALLA TRIENNALE AL PAC

Musei «aperti per ponte» a Milano, dalle 9.30 alle 19.30. Può essere l'occasione giusta per gustarsi il nuovo allestimento museale del «Museo delle Arti Decorative» del Castello Sforzesco, giusto accanto alla nuova caffetteria, oppure per ammirare la Pietà di Michelangelo (necessaria la prenotazione su ticketone.it) e poi farsi un giro al Parco Sempione, che è giusto lì accanto. Se lo percorrete tutto, uscendo verso viale Alemagna, vi trovate alla Triennale: tante le mostre in corso. Merita il nuovo allestimento del Design Museum: «Giro Giro Tondo. Design for children» (venerdì alle 11.30, sabato e domenica alle 15.30, visita guidata speciale per famiglie alle 11.30, 5 euro, prenotarsi a visiteguidate@triennale.org). Se siete amanti dell'arte contemporanea, sabato 3 giugno (ore 16.30, 5 euro con prenotazione consigliata), visita guidata alla grande mostra «La terra inquieta», un progetto di Massimiliano Gioni per la Fondazione Trussardi, in cui si riflette sui rapporti tra l'arte e il suo posto (e il suo sguardo) sul mondo e le sue contraddizioni. Rimaniamo sul contemporaneo: mancano due settimane alla chiusura della mostra di Keith Haring, il genio della street-art: la ospita Palazzo Reale ed è davvero ben fatta, grazie alla collaborazione con la Keith Haring Foundation. Pochi giorni (chiude il 4 giugno) per ammirare invece le fotografie di Santiago Sierra: bisogna andare al Pac di via Palestro e tenersi pronti perché alcune immagini sono veri e propri pugni nello stomaco. Più distensivo e armonico invece il percorso nella vicina Gam, che mette in mostra i pezzi più belli dei suoi depositi («100 anni di scultura», dalle 9 alle 17.30). Raffinata e anche benefica l'esposizione dal Bagatti Valsecchi: per la regia di Vittorio Sgarbi, «Ritorno a Cola dell'Amatrice» propone nella sede di via del Gesù (13.17-45), le opere della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, collegando alla mostra una campagna fondi con la Regione Lombardia per promuovere le opere provenienti dalle zone terremotate e sostenere il restauro di quelle che ne necessitano. Più leggerezza a Palazzo Reale, con le celebrazioni del centenario della Rinascente in una mostra che racconta quanto il primo megastore italiano abbia inciso sui nostri gusti («LR100. Rinascente») ed è l'ultimo mese (chiude il 2 luglio) anche per vedere «Manet e la Parigi Moderna».

IN VOLO NELL' AREA EXPO

Almeno due gli appuntamenti del ponte. Per il «Festival del volo» bisogna andare a Rho, nell'ex area Expo, ora ribattezzata Experience dove dal 2 al 4 giugno si potrà fare di tutto tra droni, mongolfiere, simulatori di volo. Tantissime le attività in agenda, tra cui laboratori per i più piccoli e una mostra sull'aerostatica (ovviamente: street-food di rigore, tutto il programma su www.festivaldelvolo.it). Per chi vuole invece approfittare dei giorni di vacanza per la sua formazione, il posto giusto è la Fabbrica del Vapore: da oggi fino al 3 giugno è «Digital Design Days» (info, costi e programma qui: www.ddd.it): conferenze, installazioni, attività di networking (e anche sezioni a pagamento con guru del settore) per un grande festival della cultura digitale.

BAMBINI

Oltre al percorso al Design Museum, che ben si presta per il pubblico degli under 16, anche il Museo della Scienza e della Tecnologia può essere un'ottima alternativa in famiglia per i giorni del ponte. Oltre alla collezione permanente, si possono vedere «Transformers Art», con le 8 sculture metalliche di Danilo Baletic realizzate con materiale di recupero, «100 volte in Giro» (dedicata alle bici e al Giro d'Italia) e la bella mostra fotografica (raccomandata specialmente per le bambine «Space Girls, Space Women») oltre ai tanti laboratori prenotabili su www.museoscienza.org.

SERATE HIGHLINE

Se sulla Highline Galleria proseguono le proiezioni «Film sui tetti» (ore 21, costo del biglietto: 12 euro, consultare il sito www.highlinegalleria.com/cinema.html perché i posti sono limitati), lo Spazio Oberdan offre un piatto succulento per cinefili: «Aki Kaurismaki in 35 mm», dedicata al regista finlandese: venerdì 2 giugno proiezione del cult «Leningrad cowboys go America» del 1989 (ore 19, 7.50 euro).