Il Monopoli è vivo (e ha 11 milioni di fan)

Grande seguito su Facebook dello storico gioco da tavolo. Domenica a Milano il campionato regionale

L'intenzione dell'americana Elizabeth Magie era educativa, voleva mostrare i lati negativi del possesso di terreni da parte di un unico propietario. Era il 1906 e The Landlord's Game era appena nato. Trent'anni dopo sarebbe diventato Monopoly e mentre il mondo inventava l'antitrust 500 milioni di persone giocavano a prendersi tutto.

Nel 2014, il Monopoly è ancora vivo. La sua pagina Facebook ha 11 milioni di fan (batte gli scacchi e i Pokèmon).

A Milano questa domenica si gioca la tappa regionale in vista del campionato nazionale e sarà un evento che attirerà tantissimi appassionati da tutta la Lombardia. Ad ospitarli è la Casa dei Giochi di Milano, in via Sant'Uguzzone 8. Qualcuno di loro ricorderà che la prima edizione italiana, arrivata nel 1935 (senza la ipsilon e con l'accento sulla seconda o, Monòpoli), aveva come nomi delle vie quelle della Milano dell'epoca. La stessa casa produttrice originaria del gioco in Italia, la Editrice Giochi, aveva sede a Milano. Vicolo Corto e Vicolo Stretto escluse, le altre vie furono ideate da Emilio Ceretti ispirandosi alla toponomastica milanese. Così Bastioni Gran Sasso è viale Gran Sasso e tante altre dell'edizione originale (via Monte Rosa, via Verdi, corso Vittorio Emanuele..) sono nate qui.