Montello, vigilia di tensione per l'arrivo dei 300 migranti

La caserma Montello da domani dovrà ospitare richiedenti asilo Lega e destre protestano. E la sinistra darà il benvenuto

La «Fondazione Fratelli di San Francesco d'Assisi» sta ultimando i preparativi: ci sono già le brandine, la mensa è stata ultimata. E, come previsto da settimane, domani, martedì primo novembre - e non oltre quella data - la caserma «Montello», compresa tra via Amati e via Caracciolo, in zona piazza Firenze, è pronta per aprire le porte a 300 richiedenti asilo che saranno ospiti lì per 14 mesi.

Da parte delle forze dell'ordine formalmente non ci sono timori per i due presidi, naturalmente uno opposto all'altro, che si presenteranno. «Il presidio di Lega Nord, Fratelli d'Italia, Lealtà e Azione e CasaPound, regolarmente autorizzato sarà davanti alla caserma» spiegano in questura. L'iniziativa del «comitato Zona 8 solidale», una sorta di comitato di accoglienza, ha chiesto e ottenuto da questura e prefettura invece l'autorizzazione per chiudere praticamente tutta l'area attorno alla caserma di via Caracciolo, all'incrocio con via Tolentino, dove ci sono i giardini, per montare palchi per concerti di gruppi musicali e spettacoli di teatro. Ci saranno anche numerosi gazebo con street food e vendita di generi alimentari.

I primi profughi a essere trasferiti alla Montello saranno i rifugiati che si trovano già in altri centri d'accoglienza milanesi, come quello di via Aldini a Quarto Oggiaro. Provvedimento per il quale si sono già registrate numerosi moti di protesta, compresi quelli di Casa Pound e della Lega con il leader Matteo Salvini che ha esortato le forze dell'ordine a disobbedire. Il Carroccio, infatti, è dal 6 settembre che protesta nelle vicinanze della caserma, anche se le barricate promesse quasi sicuramente non ci saranno: domani la presenza di Salvini, salvo cambiamenti dell'ultima ora, non è prevista.

Tuttavia non è escluso che tra due fazioni tanto ideologicamente lontane, nonostante i toni decisamente bassi delle ultime ore, ci possa essere qualcosa di più di qualche frizione. Domani, sul posto, infatti saranno presenti anche gli uomini del Reparto Mobile della polizia di Stato. E questo significa che, comunque, le forze dell'ordine vogliono essere pronte a ogni evenienza.

«È assurdo che una caserma venga ristrutturata per ospitare persone che a tutti gli effetti sono clandestini quando ci sono decine di migliaia di milanesi che non hanno soldi per arrivare a fine mese e in molti casi vivono in mezzo alla strada - commenta Stefano Bolognini, vice segretario provinciale della Lega -. Qui la questione non è via Aldini, via Caracciolo o il campo base di Expo, ma il fatto che migliaia di clandestini invadono Milano mantenuti dallo Stato».

Secondo quanto previsto la zona dormitorio si farà sul lato di via Caracciolo che rappresenta la parte più vecchia di tutto il complesso da 70mila metri quadrati (di cui 21mila sono al coperto); la mensa sarà invece sul lato di via Amati.

Per incoraggiare l'integrazione tra chi nel quartiere è contrario all'arrivo dei migranti, all'interno della caserma ci sarà anche un campo da calcio a disposizione sia dei profughi che dei residenti. Ma basterà a sopire il disappunto di chi questi profughi proprio non li vuole?

Commenti

gneo58

Lun, 31/10/2016 - 09:51

se ogni politico pro-invasione se ne prende uno in casa (nel vero senso della parola) anche gli italiani forse accetteranno di avere qualche decina intorno.

honhil

Lun, 31/10/2016 - 09:56

Finalmente il buonsenso, buttando alle ortiche l’indottrinamento, si sta facendo strada tra i listelli di lardo ideologico e la materia putrida del politicamente corretto che ha tenuto in uno stato di perenne obnubilazione gli italiani. Difendere gli usi e costumi propri. Difendere la propria religione. Difendere le proprie tradizioni. Difendere le proprie case. Difendere la propria tranquillità. Difendere la propria sicurezza. Difendere il presente e il futuro proprio e dei propri figli è un obbligo morale e civile che nessun sinistro, che peraltro i suoi privilegi, per sé e la propria famiglia più o meno allargata, li difende con le unghie e con i denti in Parlamento e, usufruendo di macchine blindate e di scorte sempre più massicce, nella vita di tutti i giorni, può azzerare.

gneo58

Lun, 31/10/2016 - 09:57

questi pensano solo a mettersi in tasca i contributi dati pro immigrato - se poi il paese scoppia chi se ne frega - io ho le tasche piene e me ne vado dve mi pare - cosa che le persone normali non possono fare. Quesa e' gente che da sempre si mette in tasca una mazzetta dopo l'altra e se poi l'eco mostro rovina il paesaggio o se e' piantato a meta' chi se ne frega io i soldi me li sono intascati - se poi e' fatto con 80% di sabbia e 20% di cemento e viene giu' altro chi se ne frega tanto io i malloppo me lo sono "inguattato" e le responsabilita' non verranno mai fuori. Siamo governati da gentaglia che ragiona cosi' - come volete che si possa andare avanti ?

gneo58

Lun, 31/10/2016 - 10:00

se il "problema" fosse solo quello di questi 300 il "problema" non esisterebbe, il fatto e' che continuano ad andarli a prendere a botte di 3-4000 al di' - questo e' il 1° PROBLEMA per non parlare i quelli di "contorno" non meno gravi.

venco

Lun, 31/10/2016 - 10:20

I clandestini hanno diritto al pane e a un tetto in un campo chiuso, questo è già tanto.

Fjr

Lun, 31/10/2016 - 10:30

Per la sinistra dove ce ne stanno 300 ce ne possono stare 3000, voglio vedere quando inizieranno a far danni , se le anime pie che hanno votato Sala saranno ancora felici e gaudenti per l'arrivo delle risorse, scommettiamo che misteriosamente in quella circoscrizione dopo il loro arrivo diventeranno tutti di destra?

Rudy

Lun, 31/10/2016 - 10:57

Riposto qui un commento al precedente articolo sullo stesso tema. Commento non pubblicato. Scriveva un tale che la struttura sarebbe obsoleta per le FFAA moderne in quanto costruita 100 anni fa. Ebbene, una struttura che ben conosco (il forte del Varignano) è stata costruita nel 1724 (vado a memoria) e ha ospitato fino G.Garibaldi. Perchè non destinarla a CA e sfrattare il Teseo Tesei ? Seconda obiezione: la leva obbligatoria in Italia, non è stata abolita, solo sospesa. Nel caso, non improbabile visti i tempi venisse ripristinata, i militari dove sarebbero ospitati ? Che si aspetta a riconsiderare i patti sottoscritti con ONU e EU ?

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 31/10/2016 - 11:15

Sono felice per tutti quelli che abitano in prossimita' della Montello e hanno votato pisapippa e sala. Fate valutare le vostre case ora, cercate di venderle, avrete una bella sorpresa.........perche' questi restano li 1000 anni a papparsi il nostro stato sociale. Non mi stupisco mai abbastanza su quanto gli esseri umani possano essere idioti......non c'e' limite.

Tuvok

Lun, 31/10/2016 - 11:28

Bisogna reintrodurre la legge contro L’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. Chi non ha documenti deve rimanere in galera fino a quando non si scopre da dove arriva e deve poi essere rispedito al mittente. Invece del business degli alberghi i mangia mangia potrebbero usufruire del BUSINESS DEGLI APPALTI per la costruzione di NUOVE PRIGIONI. La comunità avrebbe tutto da guadagnare. L’accoglienza deve essere limitata a chi ha diritto alla protezione internazionale.

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 31/10/2016 - 11:42

Consiglio di vedere la conferenza di Roy Beck per rendersi conto sulla base dei dati numerici che l' invasione da parte dei migranti non risolverà il problema delle migrazioni e aggraverà definitivamente la situazione in occidente. L' unica possibilità per il mondo è che vi sia uno strettissimo controllo delle nascite per mantenere stabile in occidente la popolazione ( ind. natalità 2 ) e diminuirla altrove ( ind. natalità 1 o anche meno e non 4 o 5 come adesso ).

Ritratto di vkt.svetlansky

vkt.svetlansky

Lun, 31/10/2016 - 11:50

MILANESI avete votato il super-uomo del ciarlatano rignanese, cosa speravate che allontanasse i clandestini da Milano. Svegliatevi intanto cominciate a subirne le conseguenze della vostra scelta!

ziobeppe1951

Lun, 31/10/2016 - 12:00

Sicuramente i milanesi saranno felici, del resto l'hanno votato

linoalo1

Lun, 31/10/2016 - 12:00

Dai,Milanesi di Buon Senso!!!Respingeteli anche voi,nella speranza di innescare l'Effetto Domino in tutta l'Italia!!!Solo così,potremmo salvare l'Italia dall'Invasione,da un'E.U. e da un Governo Cieco ai bisogni dei Cittadini!!VIVA L'ITALIA!!!L'ITALIA LIBERA,PERO'!!!

risorgimento2015

Lun, 31/10/2016 - 12:09

Il ragionamento non fila...;le forze dell'ordine sono li per proteggere i CLANDESTINI...clandestini ,spese e risorze buttate via, che si dovevano impiegare per proteggere i milanesi....che pagano le varie tasse.Insomma tutto gira all'incontrario in ITALIA.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 31/10/2016 - 12:11

I clandestini hanno il diritto di chiedere, ma noi non abbiamo l'obbligo di dare. Daremo, se potremo, quanto potremo, a chi merita veramente. In ogni caso PRIMA GLI ITALIANI.

nopolcorrect

Lun, 31/10/2016 - 13:10

Cura temporanea:proteste dei cittadini contro un governo illegittimo perché anti-italiano e terzomondista. Cura definitiva: cacciata della sinistra al governo alle prossime elezioni. Spero sia ormai chiaro a tutti che solo un Governo di Destra o di Destra Centro potrà salvare la nostra Italia dalla negrizzazione programmata e strisciante favorita dai traditori della Patria attualmente al potere.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 31/10/2016 - 14:11

oldpeterjazz: e chi lo decide "se potremo e tutto il resto"? Mi sembra che l'Italia abbia un governo che, per quanto miserabile e scalcagnato, è in carica proprio per decidere anche queste cose.

gianni.g699

Mer, 02/11/2016 - 10:22

Unica soluzione possibile rimpatrio forzato di tutti i clandestini immigrati arrivati in italia negli ultimi venti anni e ripristino dei confini ... il resto lo risolviamo in casa nostra come abbiamo sempre fatto fin dalla preistoria !!!