Montenapo è la base del turismo vip

Nasce un sito internet e un «club» dove i clienti potranno riposarsi, prenotare e fare acquisti

Tra le tante iniziative che l'associazione MonteNapoleone sta avviando in vista di Expo la più importante è la mappatura dei palazzi storici del quadrilatero della moda. Un lavoro fatto insieme con la Soprintendenza, e grazie al quale le vie dello shopping milanese ricorderanno al mondo di essere anche un luogo con un passato illustre da ricordare.

Non è una speculazione: è infatti anche da quella storia, come sottolinea il presidente dell'associazione Guglielmo Miani, che nasce il lifestyle italiano, quello che, al di là dei singoli brand, i turisti del lusso vengono a cercare qui da noi.

Le informazioni saranno inserite nel portale «One Luxury Destination» (accessibile dal primo maggio all'indirizzo www.montenapoleone.luxury), realizzato in collaborazione con Accenture, e che conterrà molto altro: dal calendario delle sfilate e degli altri eventi dedicati a nautica, gioielleria e vendemmia, a interviste con addetti ai lavori, fino ai collegamenti con i siti e­commerce dei brand presenti nel quadrilatero.

Le boutique saranno geolocalizzate in una mappa, con l'indicazione degli orari di apertura. Ma soprattutto il sito – al quale presto si aggiungerà una app ­ servirà a «integrare il digitale con il reale», spiega Umberto Andreozzi, responsabile Fashion&Luxury di Accenture Interactions: i visitatori potranno prenotare dei tour personalizzati tra i negozi o servizi esclusivi come chaffeur e auto di lusso.

Il vero fiore all'occhiello sarà però l'accesso, per clienti selezionati, alla Vip Lounge che da giugno occuperà i due piani del civico numero 27, nel palazzo con il bellissimo cortile interno dove – la targa accanto al portone lo ricorda ­ visse il patriota delle Cinque Giornate Carlo Cattaneo. Centocinquanta metri quadrati arredati con eccellenze del design Made in Italy come Molteni e AgapeCasa (con i prodotti della collezione Mangiarotti), illuminati dalle luci Flos e con un'area dedicata alla collezione Gio Ponti: qui i turisti vip beneficeranno di un servizio di concierge a cinque stelle, con la possibilità – grazie alla collaborazione con Ferrari Group – di fare dalla lounge il check­in aeroportuale e lasciare lì il bagaglio, gioielli compresi, per vederselo riconsegnare direttamente dopo l'atterraggio, una volta tornati a casa.

Pratiche burocratiche, prenotazioni di ristoranti come di elicotteri e aerei privati, saranno gestite comodamente da qui.

Se questi sono servizi pensati per pochi eletti, la novità che tutti i milanesi noteranno è invece «In Hortus Varietas», l' allestimento verde che dal primo al 10 maggio colorerà il quadrilatero.

Curato da Orticolario, l'evento dedicato alla cultura del giardino che da sei anni si tiene sul lago di Como, sarà un «orto sinergico», ha spiegato il presidente Moritz Mantero: specie diverse messe insieme, alternate su pedane a oggetti di design. Una sorta di mostra a cielo aperto.

Alla realizzazione del progetto, firmato dal garden designer Vittorio Peretto e da Beatrice Lampugnani, collaboreranno anche gli studenti dell'Istituto agro­ambientale S.Vincenzo della provincia di Como.