Morto Forleo: nel 1998 fu questore di Milano

È morto ieri a Genova a 76 anni, dopo una lunga malattia

È morto ieri a Genova a 76 anni dopo una lunga malattia Francesco Forleo, ex questore di Brindisi, Firenze e Milano, per due mandati parlamentare indipendente del Pci poi Pds, negli anni '80 fondatore e quindi segretario nazionale del sindacato di polizia Siulp, alla fine, da prefetto, commissario dell'emergenza rifiuti di Napoli nei primi anni 2000.

Brindisino trapiantato a Genova, Francesco Forleo era entrato in polizia molto giovane, nel 1972, da capitano, quando ottenne la medaglia d'oro al valor civile perché aveva recuperato la salma di uno speleologo. Il suo nome era salito alla ribalta nuovamente nel 1998, quando fu arrestato da questore di Milano per un episodio di tre anni prima a Brindisi, al suo primo incarico da questore: nel corso di un'operazione di polizia per contrastare il fenomeno del contrabbando via mare, infatti, uno scafista pugliese restò ucciso per un colpo partito dall'elicottero dove c'era lo stesso Forleo con diversi dirigenti e funzionari della questura brindisina. Il processo a Forleo e gli altri poliziotti arrestati si è trascinato fino al 2015 tra alterne vicissitudini. Alla fine la posizione dell'ex questore venne stralciata per il subentro della malattia che ieri lo ha stroncato. Lascia una moglie e la figlia Francesca, giornalista al quotidiano ligure Secolo XIX. I funerali si celebreranno domani a Genova.