"Portraits of Milan", 60 immagini di Andrea Rovatti a Malpensa

Inaugurata la mostra organizzata in occasione di Expo 2015 al Terminal 1: resterà aperta fino al 13 settembre. Persone, architetture e cibo raccontano in maniera originale e divertente la città

L’identità di Milano nell’anno di Expo 2015 raccontata in 60 grandi immagini attraverso le architetture, le persone e il cibo, un "benvenuto" e un "arrivederci" con un significato forte di accoglienza. Messaggio globale lanciato dalla mostra Portraits of Milan, recomposing the imaginary di Andrea Rovatti organizzata al Terminal 1 di Milano Malpensa, lo scalo intercontinentale lombardo gestito da Sea, in collaborazione con il Comune di Milano e SmartFood (programma dell'Istituto europeo di oncologia-Centro cardiologico Monzino che studia gli elementi protettivi della dita: i cibi smart)). Persone, architetture e il cibo i protagonisti in perfetta sintonia coi i temi dell’Esposizione Universale Nutrire il Pianeta. Energia per la vita fino al 13 settembre 2015.

In Portraits of Milan, recomposing the imaginary, Andrea Rovatti coniuga la fotografia con il suo vissuto nell'ambito della grafica, creando una fusione delle due modalità espressive in uno stile inedito nell'ambito dell'arte fotografica. L'autore rappresenta infatti Milano con la sua modalità di composizione multipla, accoppiandola a una serie di ritratti di persone comuni, dove il cibo diventa elemento ironico e giocoso di relazione con la persona. Ne scaturiscono rappresentazioni divertenti e mai banali, attraverso le quali Rovatti lavora a cavallo tra reale e immaginifico.

Pietro Modiano, presidente di Sea, alla presentazione della mostra ha sottolineato che sono diverse le iniziative che la società, "nell'ambito dell'offerta culturale degli aeroporti di Milano, ha voluto prevedere per offrire un momento di piacere e d'emozione ai passeggeri di ogni età, nazionalità e cultura dell'aeroporto di Malpensa, sono numerosi gli spazi dove questa offerta trova collocazione, perché l'aeroporto, da semplice luogo di passaggio, è diventato sempre di più il luogo da cui ha inizio il proprio viaggio". "E' questo lo spirito con cui abbiamo accolto l'esposizione di Rovatti - ha aggiunto - che celebra con le sue fotografie, proprio nell'anno dell'Esposizione Universale, Milano, con caratteristici scorci cittadini, e il cibo, quello sano, illustrato con immagini di divertenti protagonisti".

"Un grande artista come Rovatti - hanno commentato il vice sindaco di Milano Lucia de Cesaris e l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno - torna a rendere omaggio a Milano con una mostra che analizza i cambiamenti architettonici, urbani e sociali della nostra città. Una vera e propria mappatura dei luoghi più significativi che hanno segnato la sua storia e hanno contribuito e contribuiscono a definire l'identità e l'immagine della città nel mondo".

"I soggetti sono ritratti nelle pose giocose di chi sceglie di rappresentarsi mettendosi in gioco e divenendo interprete di sè stesso, con ironia e intelligenza, sempre in relazione con l'ambiente che li circonda. La scena li accoglie mentre mostrano un frutto, una verdura o un cereale, come se fossero veri e propri attributi di se stessi, scelti appositamente tra i cibi che più di tutti contengono proprietà benefiche e preventive per l'organismo", ha affermato il curatore della mostra Denis Curti. La mostra è stata inserita nel programma degli eventi di Expo in Città.