Museo delle ossa e corsi al cimitero

Il Comune assegna due palazzine alla Statale per un centro di ricerca sui resti umani

La premessa è che il Comune sta perseguendo da un paio di anni l'obiettivo di trasformare i cimiteri cittadini in «luoghi di socialità». Dopo gli eventi al Monumentale, il secondo test scatta al Maggiore. Lì saranno assegnate all'Università Statale due palazzine inutilizzate per creare un Museo delle ossa all'avanguardia e un «Polo scientifico, medico-antropologico per la storia, la criminalistica e i diritti umani». Gli spazi saranno usati per ricerche e anche per attività culturali e scientifiche rivolte ai cittadini (attratti da tutto quanto ha a che fare con la criminologia, sull'onda di serie tv come Csi) e per corsi rivolti alla polizia giudiziaria.