Musica e cinema spiegati alla Verdi

Al via un ciclo di film con la colonna sonora eseguita in sala

Il percorso fra musica e cinema ha avuto nei secoli un reciproco scambio di doni. Canzoni di successo hanno reso indimenticabili film mediocri e pellicole capaci di suscitare grandi emozioni hanno immortalato musiche «condannate» a risvegliare perennemente quelle vibrazioni. È stato un matrimonio in cui il mutuo sostegno ha aiutato entrambe le arti, ma non sempre la creatività l'ha fatta da padrona. La cosiddetta colonna sonora, appositamente creata per un'opera cinematografica, è spesso sostituita dalla semplice adozione di brani già esistenti per «commentare» o addirittura spiegare trame complicate.

Un maestro nell'uso della musica essendo al tempo stesso un regista di prim'ordine e un cultore del pop e rock è Martin Scorsese che, dopo aver fatto ampio ricorso a musiche importanti per tutti i suoi film, nella sua ultima fatica - Silence - è ricorso al silenzio. Ebbene il nesso che unisce musica e cinema riemergerà all'auditorium di largo Mahler.

Due gli appuntamenti che LaVerdi ha in programma per rispondere agli appassionati del genere. Il primo s'intitola «I film de LaVerdi!» che inizia la sua programmazione con due serate previste per il 26 e il 27 alle 20.30. Su un grande schermo ad alta definizione scorreranno le immagini di Ritorno al futuro, uno degli indimenticati capolavori di Robert Zemeckis in cui Michael J. Fox e Christopher Lloyd, ovvero Marty McFly e «Doc» Emmett Brown, verranno accompagnati da una musica suonata dal vivo dall'orchestra sinfonica diretta da Jessica Cottis. Ingresso, 25 euro. Rinasce così un'antica usanza, tipica del cinema muto, quando i cortometraggi comici erano accompagnati al piano da un artista in sala. Il secondo appuntamento - Indiana Jones, i predatori dell'arca perduta - sarà in programma a fine giugno.

A maggio cinema e musica vivranno un ciclo di appuntamenti in linea anche con la storia. Dal 2 maggio - dalle 18.30 alle 20 - ogni martedì fino al 30 si terrà un ciclo di lezioni su varie tematiche nell'ambito del tema «musica & cinema - Musica in celluloide». Il musicologo Maurizio Corbella guiderà gli interessati in questo percorso storico che toccherà argomenti come «Ascoltare lo schermo e vedere la musica», «Play it again, Sam», «Le vite dei compositori al cinema, «Musica e generi cinematografici», «Perché Hannibal Lecter ascolta Bach». Il costo dell'intero ciclo di lezioni è di 75 euro.