Musicisti milanesi alla conquista della Serenissima

Occhio alla pattuglia dei milanesi alla Biennale Musica 2016. Già, proprio così: Anche quest'anno, al 60esimo festival di musica contemporanea che si svolge nella Serenissima diretto dal compositore Ivan Fedele (dal 7 al 16 ottobre), può contare su illustri arrivi dal capoluogo lombardo. Vediamo alcuni di loro e quando salgono sul palcoscenico.

Uno dei primi nomi «meneghini» della lista in cui ci si imbatte è quello della compositrice Sonia Bo, ex direttore del Conservatorio di Milano. L'8 ottobre verrà eseguito in prima assoluta il suo Prologo. Si passa a Francesco Ciurlo, sua la musica di Troposfera (in programma il 9 al teatro Piccolo Arsenale); e ancora: il milanese Carlo Boccadoro e i suoi «Sentieri Selvaggi», che lunedì 10, nella sala delle Colonne, eseguiranno un brano dello stesso Boccadoro (Soul Brother n.1) e di altri autori illustri, come il Maestro Fabio Vacchi, Giorgio Colombo Taccani e Mauro Montalbetti. E ancora Marcello Panni, Filippo Del Corno, Filippo Perocco, Francesco Antonioni. Passiamo al teatro delle Tese l'11 ottobre: Luca Mosca, con il suo Nothing e Giacomo Manzoni con Più mosso, insieme ad Azio Corghi. Poi, il 12 Mdi ensemble (ensemble in residence del milanese Repertoriozero). Gran finale il 16 ottobre con il Divertimento Ensemble diretto dal compositore Sandro Gorli.

I 26 appuntamenti del Festival riservano 45 prime assolute, 27 novità per l'Italia e 24 commissioni, fra cui spiccano quelle a Kaja Saarihao, Pascal Dusapin, Salvatore Sciarrino, quest'ultimo premiato col Leone d'oro alla carriera. Per la prima volta vengono commissionati anche live-set: il veneziano Giacomo Mazzucato, alias Yakamoto Kotzuga, e il duo M+A, ovvero Michele Ducci e Alessandro Degli Angioli, esponenti della scena elettronica più recente.