Narcotizza le vittime e le deruba: egiziano finisce in manetteArrestato nei pressi di via Padova

Abbordava le vittime nelle vie della movida della città e una volta arrivati in casa le drogava e rapinava. Era il sistema utilizzato da un egiziano di 36 anni, arrestato la sera di Ferragosto dalla polizia per rapina aggravata ai danni di due uomini conosciuti in strada. Ahmed Hemida, irregolare e con precedenti per furto e ricettazione, è stato bloccato da agenti della squadra mobile. Gli investigatori sospettano che l'egiziano possa aver colpito diverse volte. Le indagini sono partite a seguito di una rapina compiuta il 13 giugno scorso ai danni di un ragazzo conosciuto in zona piazza XIV Maggio. Hemida, di bell'aspetto e padrone della lingua italiana, è riuscito a farsi portare a casa dalla vittima e a sciogliere nel suo bicchiere un calmante che ha fatto perdere i sensi al padrone di casa. Poi ha portato via contanti e oggetti tecnologici. Stessa dinamica il 6 agosto per un altro uomo conosciuto in corso Como, svegliatosi un giorno dopo. L'egiziano è stato identificato grazie alle impronte digitali e riconosciuto dalle vittime dalle foto segnaletiche. È stato rintracciato nei pressi della sua abitazione in zona via Padova dove vive con altri extracomunitari: in casa aveva una prescrizione per medicinali contenenti benzodiazepine.