Nasce la app che dà «credito» allo sport

Bonus in denaro da utilizzare per tesseramenti alle società che fanno acquisti on line

Nel tempio dell'atletica milanese, per l'esattezza nella elegante Sala Appiani dell'Arena Civica Gianni Brera, è stata presentata l'app SportUPp, ovvero un'app a supporto dello sport, rivolta alle società sportive e agli atleti. Ma andiamo con ordine.

E' un'idea nata da un gruppo di ex atleti azzurri dell'atletica leggera, in particolare Carlo Grippo, specialista negli 800 e primatista del mondo indoor nel 1977 (a Milano) e finalista ai giochi olimpici di Montreal '76; Luca De Ponti, ostacolista dieci volte campione italiano master, da 30 anni noto chirurgo ortopedico degli sportivi; Corrado Montoneri, specialista nei 400 ostacoli. Una tecnologia, quella di SportUPp, con un nobile obiettivo: ovvero quello di sostenere la pratica dello sport di tutte le discipline attraverso un sostegno economico ai singoli atleti e alle società sportive di appartenenza. «Come potevamo aiutare lo sport?». Ecco, la soluzione al quesito i tre ex dell'atletica l'hanno trovata in www.sportupp.it, un'app per lo sport completamente gratuita che permette di accumulare bonus in denaro per sportivi e società sportive grazie all'acquisto online di prodotti di vario genere. Il meccanismo è semplice: con l'iscrizione a SportUPp gli sportivi o le società sportive possono fare acquisti con le aziende e i servizi convenzionati quali abbigliamento, viaggi, alberghi, trasporti, prodotti finanziari, telefonia e internet, libri accumulando in questo modo un bonus in denaro (fino a 8% della spesa) che potrà essere impiegato per coprire i costi di tesseramento o le visite di idoneità, fino ad investimenti in nuove infrastrutture e attrezzature. Ad esempio, se una squadra o un singolo atleta prenota una notte in albergo, potrebbe accumulare un bonus da utilizzare per coprire il tesseramento dell'anno. Val la pena provare, no? Ad oggi, le società sportive iscritte, dal basket all'atletica, al ciclismo, alla scherma, al calcio, alla pallavolo, sono più di 30. E il fenomeno è in espansione tant'è che sempre più persone hanno deciso di iscriversi e fare acquisti su Sportupp, attraverso cui l'utente registrato («si impiega due minuti per farlo» spiegano) può attivare il bonus in denaro o «cashback» -, per autofinanziarsi nell'ambito dello sport. Un modo, tra l'altro, per aiutare molti giovani a coronare il sogno olimpico.

E' questo l'intento di «dreamupp», l'iniziativa lanciata da Sportupp in favore dei giovani sportivi più promettenti nelle rispettive discipline. I primi atleti iscritti sono Simone Tanzilli, dell'Atletica Riccardi Milano 1946, e Niccolò Belli, azzurro di ginnastica artistica. I loro amici potranno sostenere il loro sogno di partecipare alle prossime olimpiadi girando il cash back generato dagli acquisti su sportupp.

Nell'occasione, sono stati donati due defibrillatori all'Atletica Riccardi e al Sanga Basket Milano, due tra le più rinomate società meneghine sportive. Perché, in fondo, tutto parte da lì. Dalle società sportive, che sono il tessuto connettivo che lancia i nostri giovani. Alla ricerca della gloria olimpica.