Nel 2011 sventò una rapina. Ieri ha aiutato un anziano scivolato sulle rotaie

Gli mancano il mantello e la P sul petto. Ma per il resto il sindaco Pisapia si sta costruendo un curriculum da super eroe di tutto rispetto. Non sarà ricordato come il «sindaco dei tombini», né come «il sindaco amministratore di condominio», titolo che spetta d'ufficio al «fu» Gabriele Albertini. Ma verrà ricordato, questo sì, come il sindaco-soccorritore.
In piena campagna elettorale sventò una rapina in via Vincenzo Monti. E ieri super P ha colpito ancora, precipitandosi ad aiutare un ciclista caduto dalla bicicletta sui binari del tram. Zac, più veloce della luce, il sindaco non ci ha pensato due volte. Mentre stava andando a Quarto Oggiaro, ha visto un uomo a terra, ha chiesto al suo staff di fermarsi e si è chinato ad aiutare quel povero anziano.
È accaduto ieri mattina in via Bartoletti, vicino a piazza Firenze. Un pensionato, attorno alle 11, è scivolato con la bicicletta sulle rotaie della linea 1 del tram ed è caduto sull'asfalto, fortunatamente senza farsi nulla, solo qualche livido. Tra la botta e lo spavento è rimasto lì, un po' stordito. E lo smarrimento è stato ancora più grande quando si è visto tendere una mano dal sindaco in persona.
A testimoniare tutto è stato l'autista del tram 1, il consigliere di zona 3 dell'Udc Massimiliano Rositano. «Ho visto una persona lungo i binari ed ho subito rallentato. Quando ho frenato, mi sono reso conto che a soccorrerlo era intervenuto il sindaco». Impensabile quindi non scattare qualche foto con il telefonino. Pisapia non ha opposto resistenza, più per far piacere all'anziano ciclista che altro. «Il sindaco - testimonia il tranviere - è stato di una gentilezza inaudita. Io non sono certo di centrosinistra ma ho davvero apprezzato il suo gesto».
A rendere nota la disavventura è stato lo stesso Pisapia. Arrivato in ritardo a un incontro a villa Scheibler per la presentazione di un incubatore di imprese sociali, si è giustificato raccontando l'episodio. «Scusate il ritardo ma ho soccorso un ciclista che era caduto. Ho visto una persona sdraiata a terra, perché era scivolata con la bici, e l'ho aiutata».
Era già successo oltre due anni fa, in piena campagna elettorale, che il sindaco facesse tardi a un appuntamento per soccorrere un cittadino.
Allora - era il 21 maggio 2011 - riuscì a sventare una rapina in via Vincenzo Monti. Sentì l'urlo di una donna e si precipitò da lei assieme ai suoi collaboratori. Un uomo le aveva preso la borsa, era salito in auto e cercava di rubarle la vettura. La tentata rapina si concluse con l'arresto del rapinatore, un tossicodipendente di 36 anni, da parte della polizia.