Nel giorno dell'acqua una "maratona" dedicata all'ambiente

Oggi a Milano incontri aperti con gli esperti. Domani parte la fiera sul consumo consapevole

Benvenuta sostenibilità. Perché oggi, più che mai, occorre salvaguardare il futuro delle prossime generazioni e proprio oggi anche Milano partecipa alla Giornata Mondiale dell'Acqua. Numerose le iniziative organizzate soprattutto dal Politecnico per sensibilizzare la cittadinanza sui i temi dell'ambiente, oggi, al Politecnico di Milano, presso i giardinetti di via Pascal, tra le 9.30 e le 18.30, si potrà scoprire l'importanza della sharing mobility. Della risorsa indispensabile per la vita, si parlerà oggi all'Auditorium Testori, a partire dalle ore 18, per l'incontro «Tecnologia e ricerca per l'acqua del futuro», con Ami Uliel, Yehiel Cohen, Elazar Cohen e Pierluigi Vercesi. Con gli esperti, saranno illustrati, tra l'altro, i progetti dedicati all'acqua in Negev, in Israele, ma anche nei Paesi in via di sviluppo.

Presso lo Swiss Corner di via Palestro, dalle 18 alle 19.30, invece, durante un cocktail party speech, verrà lanciato un contest di progettazione per la realizzazione di un modello «Milano» delle case dell'acqua. E a proposito di sostenibilità, domani si aprono i cancelli della fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, «Fa' la cosa giusta!», che quest'anno ha scelto lo slogan «Consumare meno, consumare meglio». Proprio cogliendo i numerosi spunti offerti da, si potrebbe dare una strambata al nostro stile di vita per ritrovare la giusta rotta. Fino a domenica, alla Fieramilanocity, la manifestazione che venne tenuta a battesimo 15 anni fa da soli 100 espositori, quest'anno offrirà ai visitatori le vetrine di oltre ben 700 realtà espositive. I numeri parlano chiaro: l'edizione scorsa ha registrato 70mila presenze, ben 400 appuntamenti nell'intenso programma culturale e 2800 studenti partecipanti al progetto Scuole. Quest'anno, la Fiera, sempre a ingresso gratuito, sarà suddivisa in 10 aree tematiche per l'approfondimento di aspetti etici, di stili di arredamento, ma anche di scelte alimentari, con un'attenzione particolare a quelle vegana e cruelty-free, senza trascurare i 17 spazi speciali. Il tutto, organizzato logisticamente in un'area espositiva di 32mila metri quadri, dove avranno luogo anche 450 appuntamenti tra laboratori, incontri e nuove esperienze, come la pratica di discipline sportive proposte anche per i portatori di handicap.

Tra le novità di questa quindicesima edizione ci sarà «Sfide. La scuola di tutti», un salone dedicato al mondo della scuola proposto non solo dal punto di vista didattico e formativo, ma anche per offrire un'occasione per guardare la scuola da un'angolazione più ampia, abbracciando l'innovazione, l'integrazione e il dialogo con la società. Tra le varie sezioni, «Turismo consapevole e percorsi» promuove, attraverso 74 espositori, i viaggi sostenibili, i percorsi a piedi e la mobilità dolce, ma anche «Mangia come Parli», la più ampia della manifestazione, che ospiterà laboratori, cooking show e degustazioni.