Nel Milanese, marocchino arrestato poco prima del suo matrimonio per essere espulso

Gli agenti di polizia hanno fatto irruzione nella sala del Municipio dove si sarebbero celebrate le nozze

Non ce l'ha fatta a dire il fatidico "" che gli avrebbe permesso di vivere legalmente in Italia. Un marocchino di 34 anni è stato arrestato dagli agenti di polizia perché su di lui pendeva un decreto di espulsione. È accaduto a Truccazzano, un Comune in provincia di Milano.

Era tutto pronto per il matrimonio tra il cittadino del Marocco e una donna italiana dieci anni più grande di lui, anche lei di origini marocchine. Poi il blitz della polizia nella sala del matrimonio ha fatto in modo che non si celebrassero le nozze.
Come si legge sul giornale on line "Milano Today", gli agenti del corpo Adda Martesana si sono presentati nella stanza del Municipio dove si sarebbe dovuto celebrare il matrimonio e hanno arrestato e portato via l'uomo su cui pendeva, come detto, un decreto di espulsione. Non è finita. La sua futura moglie è stata denunciata a piede libero per favoreggiamento della permanenza illegale dello straniero nello Stato italiano.
Secondo quanto si legge sul giornale on line "lamartesana.it" pare si trattasse di un falso matrimonio tra i due per evitare che il marocchino venisse, appunto, espulso dall'Italia.

Commenti

kennedy99

Mar, 09/04/2019 - 11:24

ti è andata male caro marocchino. applica il detto ritenta sarai piu fortunato. forse un giorno se andassero ancora al governo i cialtroni del pd e che spero che ciò non avvenga mai. potresti anche farcelà loro saranno molto sensibili nei tuoi confronti. aspetta e spera!!!

Altoviti

Mar, 09/04/2019 - 12:24

La cittadinanza va tolta alla donna che "non poteva ignorare la situazione" come dicono i giudici rossi, va fatta un'inchiesta acurata.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mar, 09/04/2019 - 12:44

Matrimoni combinati, false autocertificazioni, assenza di controllo sui beni posseduti in Marocco, false patenti di guida, falsi permessi di soggiorno, illegittima presenza sul territorio nazionale, casi di cronaca a bizzeffe, abusi su aiuti sociali e case popolari, tutti i giorni, che riguardano una parte della comunità marocchina.....................c'é ancora qualcosa da dire? Forse Papa Francesco potrebbe chiedere consiglio al suo amico Mohammed VI° per tentare di arginare questo fenomeno così dannoso per l'Italia e gli Italiani.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 09/04/2019 - 13:53

Mi sembra manchi un pezzo nei controlli che andrebbero fatti prima di far contrarre matrimonio. Così come viene verificato che i due contraenti matrimonio non siano già sposati, in caso di cittadini stranieri si dovrebbe verificare che non vi sono provvedimenti di espulsione pendenti. Ancor più, l'esistenza di questi dovrebbe costituire motivo di invalidità del matrimonio stesso

Divoll

Mar, 09/04/2019 - 14:14

Se la donna e' di origini marocchine, non e' italiana. Al limite, cittadina italiana (che e' molto diverso). E vorrei sapere chi gliel'ha data la cittadinanza, visto che si e' resa disponibile per questa truffa.

Divoll

Mar, 09/04/2019 - 14:16

Si tolga la cittadinanza alla immeritevole marocchina. Ormai ci vuole il pugno durissimo: ogni minimo sgarro, truffa o crimine che sia, espulsione! E' l'unico modo perche' gli stranieri rispettino la legge e il Paese in cui si trovano.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 09/04/2019 - 17:14

Ahahahah...c'era il...trucco...ma non ha funzionato!

fifaus

Mar, 09/04/2019 - 17:58

Un plauso alla polizia!