Nel Milanese tre eletti Pd e tante sfide ancora aperte

Tre sindaci del Pd e una sfilza di ballottaggi nei centri maggiori del Milanese. Più una trentina di vittorie rivendicate dal centrosinistra nei Comuni piccoli. Finisce così il primo turno delle elezioni amministrative, una sfida giocata su 13 centri sopra il 15mila abitanti e nei quasi sessanta Comuni minori. La partita complessiva si deciderà quindi in gran parte l'8 giugno.
Il Partito Democratico canta vittoria nell'area metropolitana milanese: «Abbiamo conquistato 35 Comuni - ha detto ieri il segretario metropolitano Pietro Bussolati - di cui 13 “vinti” al centrodestra (prima del voto i Comuni governati dal centrosinistra erano 30)».
Nei Comuni sopra i 15mila abitanti il centrosinistra ha vinto a Settimo Milanese e Cormano. A Cormano con Tatiano Coccia, che ha battuto Luigi Magistro. A Cornaredo il Pd canta vittoria con Yuri Santagostino. A Settimo Sara Santagostino ha staccato nettamente Massimo Meregalli. A Lainate a una manciata di sezioni elettorali da chiudere, Alberto Landonio, candidato civico, supera il 50%, seppure di poco e si avvia così alla vittoria.
Tra due settimane affronteremo i ballottaggi Rozzano, Cusano Milanino, Cesano Boscone, Trezzano sul Naviglio, Novate Milanese, Peschiera Borromeo, Melzo, Paderno Dugnano e Pioltello.
A Paderno Marco Alparone di Forza Italia ha superato i 10mila voti ed è andato vicino alla vittoria (ha raggiunto il 47,8%) ma Maria Antonella Caniato ha conquistato comunque il secondo turno. A Trezzano vanno al secondo turno Fabio Bottero e Giuseppe Russomanno. A Cusano Milanino aria di ballottaggio fra Lorenzo Gaiani e Sergio Ghisellini. A Peschiera Borromeo dovrebbero vedersela Antonio Falletta e Luca Zambon. Ballottaggio in vista anche a Rozzano, dove Forza Italia schiera l'ex capogruppo Gianni Ferretti. A Novate Lorenzo Guzzeloni stacca di molto Maurizio Piovani. A Pioltello la sfida dell'8 giugno dovrebbe vedere contrapposti Saimon Gaiotto e Cristina Carrer.
A Melzo, a risultato ancora aperto, i candidati più accreditati al ballottaggio sono Martina Emisfero e Antonio Bruschi.
Il Pd fa inoltre rilevare il risultati della piccola Arconate, dove è stata sconfitta la lista in cui era candidato anche il vice-governatore della Lombardia, Mario Mantovani.