Nigeriano molesta 13enne e 4 donne

Ancora atti di violenza sui treni. E stavolta non si tratta di una storia dalle tinte decisamente poco chiare, Ieri mattina a Sesto San Giovanni i carabinieri, coadiuvati dai colleghi dell'Aliquota radiomobile locale, hanno arrestato con l'accusa di violenza sessuale e atti sessuali con minorenne, un clandestino di origine nigeriana di 23 anni, che ha seminato il terrore e nei vagoni di un treno sulla linea ferroviaria Lecco-Milano, aggredendo quattro donne tra i 35 e i 50 anni e la figlia appena 13enne di una di loro.

Il giovane, all'altezza della stazione di Arcore, passando da un vagone all'altro, ha sorpreso le sue vittime palpeggiandole nelle parti intime. Le urla hanno attirato l'attenzione degli altri passeggeri: tre, in particolare, quelli che sarebbero intervenuti, due marocchini e un senegalese. Il giovane aggressore è riuscito a fuggire quando il treno si è fermato alla stazione di Sesto San Giovanni. Lì i carabinieri lo hanno bloccato mentre si masturbava all'interno di un altro vagone. Arrestato, è stato portato nel carcere di Monza dove resta a disposizione dell'autorità giudiziaria.

PaFu