«No all'abbattimento degli alberi» Il comitato MacMahon dà battaglia

Si è ufficialmente costituito il comitato di tutela degli olmi di via Mac Mahon. La costituzione ufficiale - hanno spiegato ieri all'Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente) - è avvenuta venerdì durante una riunione tenutasi in piazza Castello. Lo scopo del comitato è quello di trovare una soluzione condivisa che permetta la salvaguardia dei filari alberati di olmi di via Mac Mahon e, allo stesso tempo, individuare una soluzione che permetta la giusta sicurezza nella viabilità delle linee tramviarie. Per questo motivo come primo impegno il comitato oggi sarà presente con una delegazione ai lavori della commissione ambiente del consiglio di zona 8 dove si discuterà proprio del progetto del comune di Milano di tagliare gli olmi. Il comitato chiederà ufficialmente al consiglio di zona di prendere degli impegni precisi per la tutela degli alberi. Quindi, nei prossimi giorni, il comitato darà incarico a un agronomo e a un urbanista di realizzare una perizia superpartes che abbia come obbiettivo la salvaguardia degli alberi, avviando contemporaneamente una serie di azioni di natura informativa dal volantinaggio, fino alla presenza nelle scuole, per spiegare alla gente sia la reale situazione del viale alberato che i rischi per la salute e per l'inquinamento qualora si procedesse al taglio degli alberi. Ma anche per illustrare gli aspetti storico-urbanistici e architettonici della situazione. Infine il comitato avvierà un'indagine per scoprire quali siano le ricadute di natura economica sul patrimonio urbanistico (minor valore delle case di circa il 20-25%) in caso di taglio degli olmi.