No Expo, Pisapia ci ripensa Ma ora rischia di essere tardi

Dietrofront del Comune: «Ci costituiremo contro i black bloc nella prossima udienza» Se il giudice dovesse opporsi, Palazzo Marino non potrà chiedere i danni per Milano

Palazzo Marino rischia di restare fuori dal processo per la devastazione del centro da parte dei No Expo lo scorso Primo Maggio. Gli avvocati de Comune non si sono presentati alla prima udienza del processo con rito abbreviato ai cinque estremisti incriminati dalla Procura per devastazione e incendio. Ieri l'ufficio stampa del sindaco corre ai ripari, e annuncia che alla prossima udienza, il 5 maggio, lo staff legale di Palazzo Marino chiederà di essere ammesso nel giudizio. Ma potrebbe essere una richiesta fuori tempo massimo. Se il giudice decidesse per il no, il Comune rimarrebbe escluso dalla possibilità di chiedere agli imputati il risarcimento dei danni.