«Noi insultati per i gazebo» Polemiche al Carroponte

«Una sfida a casa degli avversari» dice Silvia Sardone, coordinatrice del Pdl a Sesto San Giovanni e consigliere Pdl di zona a Milano. Gli avversari sono gli esponenti del Pd e la sfida è il gazebo per raccogliere firme in favore dei referendum sulla giustizia proprio a Carroponte, di fronte all'ingresso della Festa del Pd lombardo a Sesto San Giovanni. «Abbiamo voluto dare un segnale provocatorio ma simpatico al Pd e ai suoi elettori cercando di stimolarli al confronto sui referendum e sui temi della giustizia. Siamo venuti qui co ntanti militanti per provare, con un pizzico di sarcasmo, a portarli a firmare per i quesiti referendari. Crediamo che i temi trattati siano condivisibili al di là degli schieramenti e per questo non abbiamo avuto paura a presentarci qui, di fronte ai nostri avversari di sempre» spiega ancora Sardone. I militanti del Pdl hanno anche esposto manifesti provocatori nei confronti dei leader Pd, con ironie su Rosy Bindi, Pierluigi Bersani, Giuliano Pisapia, Giorgio Napolitano. «Durante l'evento alcuni manifestanti del Pd hanno ripetutamente insultato gli organizzatori del gazebo del Pdl, chiedendo ai vigili di far smontare il gazebo» lamenta Sardone.