«Non abbandonate i pesci nelle fontane»

Fuga per le ferie. Si gettano anche le tartarughe, ma il cloro per loro è mortale

Una volta si lanciavano accorati appelli a non abbandonare cani e gatti prima delle ferie. Continuano, ma non bastano più: da qualche tempo il fenomeno si è allargato purtroppo a pesci e tartarughe, rovesciate nelle fontane dai milanesi in partenza. Il Comune interviene per salvare gli animali non appena riceve una segnalazione, ma spesso è troppo tardi. «Chi li getta nelle fontane pensa di metterli al sicuro, ma centinaia invece muoiono perchè non tollerano la presenza del cloro» avverte l'assessore Carmela Rozza. Che chiede ai milanesi «un comportamento civile», ricorda che l'abbandono di animali è un reato e fa presente che i tecnici sono all'opera per salvare gli animali e «garantire il decoro delle fontane». Vanno svuotate e ripulite, e questo ovviamente ha un costo.