Non gli dà lavoro, lo sequestranoVia Giulio Romano

Legato e imbavagliato per 12 ore, è stato liberato ieri alle 13 da un amico che è passato da casa sua. E ora sta bene. La vittima è un italiano di 59 anni residente in via Giulio Romano, al Vigentino. L'italiano ha raccontato alla polizia di aver aiutato due conoscenti tunisini a trovare lavoro. I due, domenica poco dopo la mezzanotte, sono andati a casa sua per chiedergli se potesse dar loro nuovamente una mano. L'uomo, però, ha risposto che non aveva impieghi da proporre. A quel punto i nordafricani gli hanno chiesto denaro. Davanti al rifiuto dell'italiano, lo hanno minacciato con un coltello, quindi, lo hanno rapinato di 350 euro e di un computer. Dopo averlo legato e imbavagliato, sono fuggiti.