"Con più solo fiera d'affari, Micam è un evento fashion"

Parla Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici: «A Di Maio chiedo sostegno per questo prezioso settore»

Non fatevi ingannare: la signora con i capelli biondi sulle spalle e lo sguardo da fatina che qualche sera fa al roof garden del Casino municipale di Sanremo era per Assocalzaturifici tra gli sponsor principali del «Gran Galà del Festival e della stampa» - evento di apertura della kermesse canora - è un carro armato. Senz'altro cosparso da cima a fondo di zucchero a velo e con un cuore morbido che batte forte, ma pur sempre un carro armato. La tempra di Annarita Pilotti - marchigiana di Porto Sant'Elpidio, classe '58, titolare con il marito e i quattro figli del brand calzaturiero «Loriblu» e da quattro anni primo presidente donna (uscente, il mandato scadrà a giugno, ndr) dell'associazione che rappresenta a livello nazionale le imprese a carattere industriale (oltre 700) del settore della produzione delle calzature - è niente di più simile al cosiddetto girl power, il potere delle donne di fare e decidere, costruendo indipendentemente dal cosiddetto «sesso forte». Già agente di polizia, una volta al vertice di Assocalzaturifici, Pilotti ha cominciato desficalizzando i campionari, combattendo con forza il mercato cinese e i suoi prezzi troppo bassi a scapito ovviamente della qualità del prodotto e ha chiesto al Governo di ridurre i costi della categoria. Quindi ha litigato e poi fatto pace con tutti i politici, dicendo sempre tutto quello che pensava, ma riuscendo a fare del Micam, il salone internazionale leader del settore calzaturiero giunto alla 87a edizione (dal 10 al 13 febbraio a Fiera Milano Rho) non solo una fiera di concretezza e affari, apprezzata dagli addetti ai lavori, ma un vero e proprio imperdibile appuntamento fashion con eventi di grande richiamo, di anno in anno sempre più vicina a realtà come Pitti.

«Era il mio primo desiderio investire e risollevare Micam, anche organizzandola in prossimità della settimana della moda (prevista dal 19 al 25 febbraio) - spiega Pilotti -. Ho voluto però anche dare impulso alla nascita di Confindustria Moda, federazione che riunisce le imprese e le associazioni del settore tessile moda e dell'accessorio, eccellenze della manifattura e trovare investimenti per Cimac, il Centro italiano materiali di applicazione calzaturiera».

La campagna di Micam, ispirata alla Divina Commedia, quest'anno, dopo Inferno e Purgatorio, entra nel Paradiso. «Anche se - ammette Pilotti - nel settore ci sono più ombre che luci e proprio perché nel suo insieme vale oltre 14 miliardi di euro, occupa 76mila addetti ed esporta l'85% della produzione, ha bisogno di essere sostenuto».

«Domenica al Micam ospiteremo il vice premier Luigi Di Maio. Sarà un momento d'incontro e confronto, non mi vergognerò a presentargli le nostre esigenze e quelle degli imprenditori - insiste la presidente di Assocalzaturifici -. Siamo degli eroi perché lavoriamo in Italia e vogliamo bene a questo Paese».

Fiera dell'evento che, tra gli altri, domenica Micam riserverà agli appassionati di sneaker e del mondo della street culture al padiglione 7 con un dj speciale, l'ex calciatore Bobo Vieri e della serata di lunedì 11 con il cast del musical «Priscilla», Annarita Pilotti confida: «Il mio successore? Mi auguro sia qualcuno più determinato di me, che guarderà solo avanti e non a quanto è già stato realizzato». Abbiamo capito: un altro carro armato.