La notte bianca dei musei In coda a Cenacolo e Brera

Apertura fino a mezzanotte per i siti artistici nazionali al prezzo di un euro. Aderiscono anche le Gallerie d'Italia

Torna oggi la notte bianca dei musei, per l'esattezza la Notte Europea dei Musei patrocinata dal Consiglio d'Europa, dell'Unesco e dall'ICOM, un evento che prevede l'apertura speciale dei siti artistici più prestigiosi fino alle 24 circa. In genere, si tratta di un'iniziativa di sicuro successo. Nelle scorse edizioni si è assistito a miracolose code notturne per ammirare capolavori sempre disponibili. E non sono mancati i record. Il Cenacolo vinciano, che rappresenta la perla dell'offerta soprattutto per i turisti, ha registrato in una notte anche 700 visitatori e oltre. Non tutti i musei cittadini aderiscono, l'iniziativa facendo capo al MiBAc. Ma in compenso si registrano adesioni non richieste ma molto ben accette, come quella delle Gallerie d'Italia di Banca Intesa che oggi propone un'apertura speciale fino a mezzanotte. Gli ingressi non saranno gratuiti ma è come se lo fossero, dal momento che è richiesto soltanto l'obolo da un euro.

Si diceva del successo, riscontrato anche in altre iniziative simili, come quello della domenica gratuita ai musei. Non c'è dubbio che, di questi tempi, il risparmio sui biglietti magari per un'intera famiglia sia un incentivo. Ma il format dell'evento serale ha un appeal che prescinde dal prezzo e che riesce ad attirare anche il pubblico dei giovani. Quelli del quartiere Brera, ad esempio, parlando della Pinacoteca. Quest'anno, per l'occasione, gli allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano hanno prodotto un video a sostegno della campagna di comunicazione dell'iniziativa.

Ma vediamo quali sono i siti che aderiscono alla kermesse, nonsoltanto in città ma anche nel resto della Lombardia. Il Museo del Cenacolo Vinciano sarà aperto dalle 19 fino alle 22.00 (ultimo ingresso ore 21.45, prenotazione obbligatoria allo 02.92800360).

Anche quest'anno partecipa all'evento la Pinacoteca di Brera con un'apertura prolungata dalle ore 19 fino alle 23.15 (ultimo ingresso ore 22.45). Un'occasione speciale per visitare il museo e la mostra «Il primato del Disegno». Sempre a Milano aderisce l'Antiquarium «Alda Levi» nel parco archeologico dell'Anfiteatro romano. L'Antiquarium, per chi non lo sapesse, è in via De Amicis 17 e L'antiquarium ed espone ceramiche, intonaci, dipinti e altri reperti della «Mediolanum» imperiale. A Mantova, il Complesso Museale di Palazzo Ducale sarà eccezionalmente aperto anche dalle ore 20.15 alle ore 24.00 (ultimo accesso ore 23.00) e in questa fascia oraria l'accesso avverrà sempre a 1 euro. In questo sito per la visita alla Camera degli Sposi la prenotazione è obbligatoria per i gruppi e consigliata per i singoli e che gli ingressi sono contingentati ad un massimo di 1.500 presenze giornaliere. A Cremona, invece, dalle 21 alle 24 il Museo del Violino accoglierà i visitatori notturni con una magica serenata degli strumenti di Stradivari, Amati, Guarneri. I riflettori si accenderanno sulle Collezioni del Museo del Violino, con visite guidate e momenti musicali. Nel resto della Lombardia, la nottata comprenderà tra gli altri il Mupre di Capo di Ponte (BS), il Museo Archeologico Cividate Camuno (BS), l'Area della Basilica Romana di Brescia, la Villa Romana e Antiquarium di Desenzano del Garda, le Grotte di Catullo di Sirmione.

In attesa dell'annuncio ufficiale del nome del nuovo direttore artistico, che avverrà probabilmente giovedì nell'ambito della conferenza stampa di presentazione della stagione 2015-16, il Piccolo Teatro ha rinnovato il suo consiglio di amministrazione. Il cda, che si è insediato negli scorsi giorni e ha approvato in pareggio il bilancio consuntivo 2014, è presieduto da Salvatore Carrubba, storica firma del Sole 24 Ore ed ex Assessore alla Cultura delle giunte Albertini. Carrubba però questa volta è stato nominato su indicazione della giunta di centrosinistra in carica a Palazzo Marino. Gli altri membri del consiglio sono la manager editoriale Federica Olivares, lo scrittore Stefano Baia Curioni, proposto dal Comune di Milano, l'Assessore regionale alla Cultura, Cristina Cappellini, Andrea Ragosta, membro della Compagnia degli Incamminati ed espressione di Regione Lombardia, Livia Piermattei per Città metropolitana e Marco Accornero per la Camera di Commercio.