Una nuova baraccopoli in via Palizzi, boom di furti e discarica a cielo aperto

Da qualche settimana nella zona sono comparse baracche e tende abusive

Foto d'archivio

Sono aumentati furti e scippi. I giardinetti? Una discarica a cielo aperto. Anche l’Esselunga nella zona ha guadagnato un primato, il super della catena più saccheggiato in città. Da alcune settimane è nata una nuova favelas, nelle vicinanze di via Palizzi. I residenti protestano, hanno manifestato il disagio anche all’assessore leghista alla Sicurezza della Provincia, Stefano Bolognini, che giorni fa ha fatto prima un sopralluogo per verificare di persona la situazione, poi ha scritto al suo omologo in Comune, l’assessore Marco Granelli, perchè intervenga prima che la situazione esploda. L’insediamento abusivo (per ora) è formato da baracche e tende abitate verosimilmente da una ventina di rom. L’accesso all’area può avvenire soltanto appena prima del sottopasso che collega via Console Marcello con via Emilio Bianchi, provenendo da via Antonio Raimondi. Anche nell’area del sottopasso ci sono tende di fortuna.

«Da quando i nomadi si sono insediati - riferisce Bolognini -, sono aumentati considerevolmente i furti e gli episodi di microcriminalità nella zona. All’Esselunga di via Palizzi quotidianamente avvengono furti da parte dei suddetti rom. La direzione Affari Generali dell’Esselunga mi ha confermato che quello di via Palizzi è uno dei negozi della catena dove avviene il più alto numero di furti». Anche negli orti della zona «i furti e gli episodi di vandalismo aumentano sempre di più. I giardinetti e le aree giochi della zona sono diventati zona di bivacco per questi rom che sovente molestano i residenti che le frequentano in particolare mamme e bambini». E ai margini delle tende e delle baracche «sono depositati una gran quantità di rifiuti che stanno rendendo giorno dopo giorno l’area una discarica a cielo aperto. Le condizioni igieniche sono assolutamente precarie e ritengo anche molto pericolose per le persone che vi abitano». Pertanto chiede formalmente a Granelli «lo sgombero immediato dell’insediamento e la bonifica dell'area».

Commenti

lamwolf

Ven, 28/09/2012 - 15:10

Meno male che i nomadi sanno che a Milano c'è Pisapia e allora TUTTI A MILANOOOO!!!!!!!

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Ven, 28/09/2012 - 15:31

Non me ne frega un ciufolo. Ai milanesi ben gli sta. Invece di andare ai laghi dovevano restare in cittá ed andare a votare. Poi c'era pure ''il botolo'' a menar in can per l'aia.

Tower

Ven, 28/09/2012 - 15:33

ora vedremo se l'intervento delle autorità sarà fermo, deciso, rapido e risolutivo come in quel terribile campeggio di Varese.... 96 ore per andare via altrimenti.... altrimenti cosa??? Quelli erano dei miserabili cittadini in difficoltà e si potevano aggredire e maltrattare con la dovuta solerzia e arroganza, qui invece si tratta di poveri ROM che vanno sopportati, tollerati, aiutati...... ma in che mondo siamo finiti? Mah?

Tower

Ven, 28/09/2012 - 15:34

ora vedremo se l'intervento delle autorità sarà fermo, deciso, rapido e risolutivo come in quel terribile campeggio di Varese.... 96 ore per andare via altrimenti.... altrimenti cosa??? Quelli erano dei miserabili cittadini in difficoltà e si potevano aggredire e maltrattare con la dovuta solerzia e arroganza, qui invece si tratta di poveri ROM che vanno sopportati, tollerati, aiutati...... ma in che mondo siamo finiti? Mah?

desdota

Ven, 28/09/2012 - 16:01

grazie a pisapia

Ritratto di mark911

mark911

Ven, 28/09/2012 - 16:10

Tower...approvo il suo intervento, purtroppo lei ha ragione!!!

uggla2011

Ven, 28/09/2012 - 16:16

Inutile chiacchierare su questi stramaledetti,puzzolenti e luridi esseri(?) umani.La spiegazione e la soluzione del problema sono nei libri di storia.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 28/09/2012 - 16:22

i cittadini con 2 braccia e 2 gambe saono più o meno di venti? andassero a dirgli di levarsi no? "gentilmente, per il bene che vi vogliamo..."

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 28/09/2012 - 16:46

Hanno votato un sindaco comunista, ben sapendo quello che aveva in testa, ora si arrangino. Questo vale anche per gli idioti di CDX che non andando a votare hanno permesso di abbassare la soglia per la vittoria per pisapia.

a.zoin

Ven, 28/09/2012 - 16:56

Ma dove è la politica ? Secondo le voci, QUESTO È CIÒ che PISAPIA vuole,con lui i politicanti. Vogliono far ritornare gli Italiani >>>all`era dalla pietra.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 28/09/2012 - 16:59

Banda di razzisti. Ma come si fa ad accomunare sporcizia, furti e vandalismo ai rom. Trattasi di pura coincidenza. Che poi comare Coincidenza perseguiti sempre i rom trattasi di stalking. Io, se fossi Pisapia, applicherei una ordinanza restrittiva alla siura Coincidenza, così impara.

Nadia Vouch

Ven, 28/09/2012 - 17:19

Se una persona ha una residenza e un domicilio è perseguibile se commette dei misfatti. Se non ha domicilio o residenza è come se lo Stato desse a questa gente un lasciapassare per permettere loro di agire come meglio (o peggio) ritengono. Piccolo esempio: rom entrano in autostrada senza ritirare il biglietto d'ingresso. Arrivano al casello d'uscita (centinaia di chilometri dopo percorsi) e non pagano. Il casellante, altro non può fare che rilevare la targa del veicolo. La spesa che sarà da comminare a questi soggetti furbetti resterà inevasa, poiché andate voi a recapitare la corrispondenza sotto a un x ponte in una x zona. E di cose così, i rom, ne compiono tantissime. Basta. Che il Governo intervenga. Non si può lasciare licenza a certi gruppi (etnici, o politici che siano) di fare come loro pare. Basta.

Ritratto di robert1978

robert1978

Ven, 28/09/2012 - 18:04

quello che vedo è che il mondo dei media su questa questione si divide, perché sulla carta stampata il popolo dei rom e visto come una causa di degrado cittadino, mentre su tutte le TV nazionali dai Maurizio Costanzo, Barbara Durso la Panicucci giornaliste d'assalto, vengono visti come povera gente da dover integrare nella società,poveretti che hanno tutti i diritti di avere l'appoggio dello stato,per non parlare delle case popolari che sempre secondo questi autorevoli personaggi televisivi dovrebbero avere il diritto di averle prima di altri, per i numerosi figli che si ritrovano. povera Italia.........

Ritratto di martinitt

martinitt

Ven, 28/09/2012 - 22:26

Sono un cliente del supermercato Esselunga di via Palizzi e un venerdi di mattina mentre ero alla cassa, una signora di mezza età approffittava per transitare alle mie spalle con una grossa borsa a rotelle dirigendosi velocemente verso l'uscita, io allertavo della cosa la cassiera che sorpresa accennava alla poco sorveglianza. Così la signora non veniva intercettata. Non posso dire che sia una nomade ma ritengo che se l'accoglienza di Milano è molto generosa avremo la città assediata da questi signori, i quali hanno difficoltà trovare domicilio nei loro Paesi d'origine.