Nuovi, usati o da collezione Un weekend dedicato ai libri

In via Tortona s'inaugura il primo Salone della cultura Editori e scrittori incontrano i lettori. Eventi e mostre

Simone Finotti

Il 2017 ci regala una Milano ormai indiscussa capitale di libro, lettura e dintorni. Non si tratta solo del Salone del libro, atteso ad aprile a Rho Fiera, ma di una fitta costellazione di eventi che coinvolgono dalle grandi major alle piccole ma agguerrite start-up indipendenti: da Bookcity a Bookpride, da Bellissima al Salone del libro antico, da Sprint a Writers, senza dimenticare il Festival della Letteratura e il successo delle «notti bianche» del libro. E questo weekend esordisce in zona Navigli un altro atteso appuntamento con i nostri amici di carta. Si chiama «Salone della cultura» e punta sul coinvolgimento dei tre anelli della filiera: editori, autori e lettori, tutti insieme negli spazi del Superstudio Più di via Tortona, sabato dalle 10 alle 19 e domenica dalle 9 alle 19 (ingresso gratuito).

Oltre 7mila metri quadrati nel cuore della Milano creativa per far coesistere classico e moderno in un momento di grandi trasformazioni culturali che si riflettono, inevitabilmente, sull'editoria. La due giorni, voluta da Matteo Luteriani di Luni Editrice e Sergio Malavasi di Maremagnum, sito di riferimento per i libri antichi, affianca un ricco programma di eventi all'esposizione e vendita di libri nuovi e usati, dalle pubblicazioni economiche alla portata di tutti alle edizioni di pregio per collezionisti e bibliofili, e offre ampio spazio al panorama multimediale e alle nuove forme di fruizione del testo.

Si inizia all'insegna dei giovani, e non poteva essere altrimenti visto che il futuro (anche della lettura) è nelle loro mani: alle 10.30 di sabato la Scuola professionale Galdus consegnerà ai vincitori dell'omonimo premio la pubblicazione dei migliori lavori della scorsa edizione.

Nell'ambito dell'incontro, alle 11, interviene Franco Berrino, oncologo e nutrizionista per anni braccio destro di Umberto Veronesi, sul valore di una sana nutrizione, mentre il narratore Pietro Vaghi presenterà il romanzo «Scritto sulla mia pelle», che tocca da vicino i problemi e i dubbi dell'adolescenza, e suggerirà ai giovani di «cercare la propria voce, anche a costo di sbagliare, seguendo dei maestri». A proposito di maestri: sarà possibile partecipare, con veri artisti del mestiere, al laboratorio interattivo di lavorazioni artistiche e di oreficeria, sempre promosso da Galdus (da vedere l'installazione-faro nell'ambito del progetto «La città è un libro aperto»), e a quelli di pop up e di incisione per far conoscere il lavoro delle maestranze legate al libro. Gli iscritti realizzeranno su linoleum una loro opera d'arte e impareranno a fare un'incisione partendo dal disegno e a creare ex libris su metallo. Sabato sera, dalle 22, concerto rock dei The Presence. Tra gli evebnti collaterali, da non perdere la mostra fotografica «Elio Luxardo.

La voluttà e il sogno», con settantasei ritratti originali di politici, nobili, scrittori, attori e persone comuni immortalati dal celebre fotografo vissuto tra 1908 e 1969, e l'esposizione di Libri d'Artista dell'associazione Cento Amici del Libro.