«Obbligati a rifiutare il sangue dei gay»

I medici del Policlinico rispondono alla lettera di un giovane omosessuale respinto come donatore: «La Legge lo impone»

Difetto di comunicazione. Mancanza di coordinamento. Gara di velocità. Non sembra che ci siano altre possibili spiegazioni al fatto che diversi assessorati di Palazzo Marino organizzino tre grandi eventi proprio lo stesso weekend, quello che va da venerdì 26 ottobre a domenica 28. Per la felicità di nottambuli, insonni, amanti della movida più sfrenata sarà una vera pacchia: la Notte Bianca, quest’anno dedicata agli anni ’70 e che si spalmerà su tre giorni, avverrà in contemporanea con la Festa del teatro, che gli assessorati alla cultura di Regione, Provincia e Comune hanno organizzato con il finanziamento del ministero dei Beni culturali (350mila euro). Ciliegina sulla torta, sempre quel weekend si chiuderà al Castello Sforzesco il Capodanno Celtico che gode del patrocinio dell’assessorato al Turismo. Come la Notte Bianca, che negli anni cresce e si arricchisce, anche la Festa del teatro si preannuncia grandiosa: con un'ouverture, ancora top secret ma sicuramente in grande stile in Galleria, spettacoli gratis nelle sale della città, e grande novità, lectio magistralis pubbliche di «grandi» del teatro. Peccato però che tre eventi di questa portata, che si svolgono in giro per la città e che coinvolgono Milano in prima linea, si svolgano proprio lo stesso «bollente» weekend.
Ed è subito polemica. «Abbiamo fissato prima noi la data della Notte Bianca - spiega Giovanni Terzi, assessore al Tempo libero - approvata con delibera a maggio. Un peccato la sovrapposizione di eventi? No, penso che sia un’opportunità. Vittorio Sgarbi mi ha chiesto a luglio di spostare la data, ma non potevo più in quanto era già stato pubblicato un bando di gara».
In realtà sembra che la data prevista per la Notte Bianca fosse il 7 ottobre e che sia stata spostata per lo slittamento della mostra in Triennale. Sgarbi replica: «Non siamo stati avvertiti dello slittamento della Notte Bianca, la data della Festa del teatro, però, era stata decisa con grande anticipo e comunicata al ministero a maggio in occasione del bando di finanziamento».