Da oggi a sabato 24 una trentina di eventi nei locali e all'aperto

Una trentina di eventi, venti concerti, 110 musicisti coinvolti, seminari, workshop, dj set, laboratori musicali per bambini, mostre fotografiche e altro ancora. Da oggi a domenica 24 maggio torna l'Ah-Um Jazz Festival, la rassegna musicale che anche quest'anno animerà l'Isola, quartiere caratterizzato non a caso da una forte vocazione jazzistica e dove si concentrano numerosi locali in cui è possibile ascoltare musica dal vivo, a cominciare dal Blue Note, il tempio del jazz meneghino. E proprio il Blue Note ospiterà, mercoledì 13 maggio, nell'anniversario della morte del grande trombettista (avvenuta 27 anni fa, il 13 maggio 1988), un omaggio a Chet Baker con uno dei concerti più attesi di questa edizione: «Almost Chet», il nuovo progetto musicale della cantante Tiziana Ghiglioni, la «first lady del jazz italiano», e di Marco Massa, autore, cantante e chitarrista. Con loro sul palco di via Borsieri ci saranno altri eccellenti musicisti, dal pianista Simone Daclon al trombonista Humberto Amesquita, dal chitarrista Simone Massaron all'ospite speciale Nicola Stilo, flautista e collaboratore degli ultimi album italiani di Chet Baker. Come detto, la manifestazione (tutto il programma è consultabile su www.ahumjazzfestival.com) prende il via oggi, sabato 9 maggio, al Teatro Sala Fontana di via Boltraffio 21; l'intera giornata è dedicata ai progetti e ai musicisti dell'etichetta milanese NAU Records: si parte alle 17.30 con il trio di Paolo Calandrino (nel suo nuoov progetto il jazz convive con echi di musica classica e popolare), si prosegue con la formazione Slanting Dots (che contamina il jazz con la musica classica contemporanea e il rock) e si conclude con due concerti serali (il trio del pianista e compositore siciliano Rosario Di Rosa e quello di Roberto Cecchetto, chitarrista aperto all'innovazione), dalle ore 21 in poi. Tra i big in cartellone spiccano la vocalist americana Jay Clayton - una delle maggiori esponenti del free jazz e Moacyr Luz, tra i compositori più rappresentativi della musica popolare brasiliana. Jay Clayton curerà un seminario di improvvisazione vocale sabato 23 maggio al Teatro Sala Fontana, dove la sera (alle ore 21.30) si esibirà in trio con Tiziana Ghiglioni e il batterista Tiziano Tononi. Il giorno dopo, nello stesso luogo (ma alle ore 21), toccherà a Moacyr Luz e al quartetto di Francesca Ajmar, una delle più apprezzate interpreti di jazz e musica brasiliana nel nostro Paese, presentare il progetto «Dois Lugares» (di Antonio Zambrini al piano, Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso e Gilson Silveira alle percussioni). Da segnalare, infine, il «Maletto Prize», concorso per band emergenti dedicato alla memoria del critico musicale Gian Mario Maletto: giovedì 14 maggio le otto band selezionate si esibiranno nei luoghi del circuito Isola Jazz Club e la formazione vincitrice (che sarà premiata sabato 16) riceverà un contratto discografico con la NAU Records.