Ok in giunta

Doveva essere una grande isola pedonale, da via Brera a Fiori Oscuri, via del Carmine, Melone, Ciovasso e Ciovassino. Nei sogni e nei progetti dell’assessore alla Mobilità Edoardo Croci. Ma ha vinto il braccio di ferro l’ala della giunta che sosteneva una versione più soft, in primis l’assessore alle Attività produttive Giovanni Terzi e il vicesindaco Riccardo De Corato. Dopo mesi di discussioni e sopralluoghi, ieri la giunta (assente Croci) ha votato la pedonalizzazione di via Brera (nel tratto compreso fra via del Carmine e Fiori Oscuri) e Fiori Oscuri. A impatto quasi zero per i commercianti della zona che protestavano per la ztl allargata. Per evitare di trovarsi con cantieri aperti a fine mandato, il progetto avverrà in due tempi: entro fine 2010 o primi mesi del 2011 l’area davanti alla Pinacoteca e all’Orto botanico sarà off limits alle auto e verranno completati gli interventi di riqualificazione. Solo da metà 2011 potrebbero partire i lavori per alzare la sede stradale alla quota del marciapiede.
«C’è stato un lungo dibattito - ammette Croci - ma abbiamo privilegiato la riqualificazione dell’area storico-monumentale». L’accesso sarà consentito solo ai proprietari di box o posto auto, alle biciclette, ai veicoli autorizzati, ai mezzi di soccorso e di trasporto merci. Il progetto sarà coperto con 5,5 milioni di fondi garantiti dal Ministero all’Ambiente per la realizzazione di aree ciclopedonali, il «pacchetto» ammonta a 15,5 milioni e «a breve presenteremo in giunta i percorsi relativi anche su altre due aree del centro» anticipa Croci. Oggi a Milano le aree pedonali si estendono per 362mila metri quadrati, pari a 0,28 metri per abitante, ama «l’obiettivo è di arrivare entro il 2011 ad almeno 0.36 mq per abitante, con una crescita del 28,5% rispetto ad oggi, e di raddoppiarle entro il 2015».