Olimpiadi, Sala insiste sul nome

Sindaco e Fontana a Palazzo Chigi: Milano è l'architrave

«Tutti per la prima volta hanno preso consapevolezza del fatto che il governo è molto attento al fatto che ci sia una candidatura a tre. E se c'erano dubbi oggi possiamo dire che l'intenzione di Milano è di partecipare» riferisce il direttore generale del Coni Mornati ieri dopo l'incontro a Palazzo Chigi tra sindaco, governatore, il sottosegretario Giorgetti e Malagò. «Sala vuole che sia messo in evidenza il nome della città e il dossier non a caso di chiama Cortina-Milano-Torino» continua. Ma da Palazzo Marino tornano a ribadire che il tema del nome è centrale: devono essere le Olimpiadi di Milano o la Milano deve essere davanti alle altre. Oggi al tavolo Cortina e Torino.