Ora Majorino chiede voti (e soldi)

Per le primarie email dell'assessore ai dipendenti del Comune: «Cerco idee, poi cercherò fondi»

L'email l'ha mandata l'assessore ai Servizi Sociali Pierfrancesco Majorino. Una missiva che ha scatenato molte reazioni, perché è arrivata nelle caselle di posta istituzionali dei dipendenti comunali. E persino in quelle dei consiglieri comunali di opposizione. Lo scopo della lettera lo ha chiarito il testo: «Cerco pensieri, idee (anche totalmente nuove), propste, “braccia”, testa e passione (poi un giorno cercherò anche risorse economiche perché penso a una “campagna” autofinanziata nella massima trasparenza, ma ci tornerò più avanti)». «Cerco quel che puoi e vuoi darmi - si conclude - e ti garantisco serietà e impegno». Firmato Majorino. L'assessore è infatti uno dei due sfidanti per le primarie del Partito democratico insieme a Emanuele Fiano, sempre che le primarie alla fine si tengano, e giusto ieri ha replicato a Roberto Formigoni: «Formigoni dice che non mi vuole come sindaco. E vorrei ben vedere!». Nel frattempo però l'aspirante sindaco è inciampato in un utilizzo degli strumenti a disposizione degli assessori, come le liste di indirizzi di posta elettronica dei dipendenti del Comune, giudicato da molti troppo spregiudicato.

Fa tappa a Milano l'esposizione itinerante sullo spazio curata dalla Commissione europea. Collocata in una tensostruttura a forma di cupola nei Giardini Montanelli, la mostra «European Space Expo» descrive le attività spaziali europee e le conseguenze pratiche delle applicazioni basate sulle tecnologie spaziali in numerosi settori, dai trasporti al settore agricolo e ittico, all'ambiente e la sicurezza. Già ospitata con successo in 28 città europee e visitata da più di 850mila persone, la mostra sarà aperta fino al 6 ottobre. Attraverso display interattivi, educativi e ludici realizzati appositamente verranno presentati i diversi benefici ottenuti grazie agli investimenti nel settore spaziale.

«Chi amministra il territorio - spiega il sindaco Giuliano Pisapia - conosce bene l'utilità delle ricadute della ricerca spaziale. Milano ha implementato il proprio sistema di cartografia e monitoraggio satellitare, con ottimi risultati sulla gestione urbanistica, sulla prevenzione delle calamità a partire dalle inondazioni, sui programmi di protezione civile. Questo grande patrimonio rischia però di essere ignoto per i cittadini».

Michelangelo Bonessa a pagina 3

Un cambio di strategia. A 11 giorni dalla decisione sul figlio di Martina Levato e Alexander Boettcher, i legali della bocconiana presentano nella prima udienza davanti al Gup documenti da cui emerge che la ragazza «è sana, imputabile, ma affranta per la separazione dal piccolo».

Il centro di Milano rischia di perdere il suo gioiellino di sanità. E di veder ridimensionato il progetto del poliambulatorio di via Rugabella. Nato per Expo, non è chiaro che fine farà a fine manifestazione. I soldi per mantenere in piedi la struttura finiranno il 31 ottobre.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Sab, 19/09/2015 - 12:31

majorino vaff....

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 19/09/2015 - 15:27

TI POSSO DARE LE SUPPOSTE DI GLICERINA