Il Pd non vuol far proiettare il film sull'orrore delle foibe

Polemiche dall'opposizione in Zona 7. "Preferibile fare un evento sopra le parti"

Non piace a tutti la decisione del Municipio 7, che ha deciso di far proiettare al cinema il film «Red Land. Rosso Istria». L'evento costa, secondo un consigliere del Pd: 2mila euro che secondo lui avrebbero potuto essere spesi per «un convegno storico sulle foibe con esperti al di sopra delle parti». Si accende una polemica imprevista dunque, in Zona 7, sull'iniziativa deliberata in occasione della Giornata del ricordo, la ricorrenza dedicata alle vittime delle foibe. Il presidente del Municipio, Marco Bestetti, con la sua maggioranza ha deciso alcune settimane fa di promuovere la proiezione in un cinema milanese del film «Red Land», che ricostruisce la vicenda di Norma Cossetto, studentessa universitaria uccisa dai titini nel 1943 . La proiezione è stata organizzata dal Municipio per sabato al cinema Gloria di corso Vercelli 18. E il consigliere Lorenzo Zacchetti (Pd) ha criticato l'iniziativa e il biglietto pagato ai cittadini dal Municipio. «Un biglietto decisamente caro - ha scritto - visto che si spendono 2mila euro (+ Iva) per far vedere un film che la sera prima va in onda su Rai3, ovviamente gratis. Complimenti per la capacità organizzativa! Con quei soldi non sarebbe stato meglio organizzare un convegno storico sulle foibe con esperti al di sopra delle parti?».

In effetti la Rai nei giorni scorsi ha deciso di mandare in onda il film. Ma proiezioni simili sono state organizzate anche in altre città: a Lodi per esempio, stasera al cinema Moderno col vicesindaco Lorenzo Maggi. E a Montichiari, stasera. O a Seveso, dopodomani, o a Bergamo, o a Gallarate, sempre giovedì.

Alle critiche che arrivano dalla sinistra il presidente Bestetti replica così: «Non mi stupiscono, anzi confermano quello che ho detto, che parlare di foibe fa ancora paura a qualcuno. Per l'importo, posso dire che la giunta fissa tetti massimi, poi sono gli uffici a trattare il prezzo migliore. Ma vorrei parlare dell'aspetto storico, culturale: sono proprio reazioni simili, da parte di un Pd sempre più spostato a sinistra, che ci fanno capire quanto ancora ci sia da lavorare, per parlare di episodi così bui, che qualcuno vorrebbe ancora sotto silenzio». «Non si capisce in base a cosa il film debba essere considerato di parte, e come la sinistra possa decidere cosa far vedere e cosa no». Intanto un altro appuntamento si segnala nel Municipio 4 del presidente Paolo Bassi, che ospita quello che attualmente è l'unico monumento in città dedicato alle vittime delle foibe. Giovedì sarà inaugurata l'illuminazione della stele e sarà aperta l'esposizione del fumetto «Foiba rossa», dedicato alla Cossetto, con interventi di Luciano Garibaldi, Giuseppe Manzoni di Chiosca e Claudio Giraldi, oltre che dello stesso Bassi. E in Zona 5, sono state finalmente cancellate le odiose scritte pro-foibe apparse nei giorni scorsi. Prima con l'intervento estemporaneo da alcuni militanti di destra, poi grazie al presidente della commissione Ambiente Alessandro Giacomazzi (Lega), che col collega Carlo Serini (Fdi) ha chiesto al Niur del Comune di intervenire. «Ringrazio il reparto che, come sempre, interviene celermente per ripristinare l'ordine - ha dichiarato Giacomazzi - Questa è un'azione che concretizza l'importanza del Municipio e di chi lavora capillarmente per il bene e decoro del suo territorio», mentre Serini ha sottolineato «l'assordante silenzio del sindaco e della maggioranza di sinistra del Comune».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 05/02/2019 - 09:35

toh.... disturba la verità vero? ma come potete vantarvi di essere eredi di un sistema comunista che violentò anche bambine nel 1943-44 e persino quando ormai la guerra era finita? macome potete dire: Berlusconi non lo vogliamo perché è un pedofilo, quando invece per anni avete anche premiato assassini violentatori e stragisti e terroristi nelle vostre compagini ? oltre a battisti, avete protetto premiato e onorato gemisto moranino! chi era? andate a spulciare gli archivi, andate.... bestie !!!!!

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 05/02/2019 - 09:37

Esperti al di sopra delle parti? Come Giampaolo Pansa e Gianfranco Stella? Che quando scrivono delle atrocità commesse dai partigiani comunisti vengono bollati come revisionisti e falsari della Storia. Lo dissero pure di Orwell che scrisse degli eccidi compiuti dai comunisti durante la guerra di Spagna non degli avversari ma degli altri antifranchisti non comunisti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 05/02/2019 - 10:00

La sx, quella della libertà e democrazia, sì solo la loro.

aswini

Mar, 05/02/2019 - 10:03

NORMALE PER I PDIOTI E ANCI, SONO LORO DALLA PARTE DELLA VERITà, SONO PEGGIO DEI PRETI, L'UNICA VERITà è IN TASCA LORO

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 05/02/2019 - 10:05

Per i kompagni il negazionismo è perseguibile solo se a connotazione antisemita.

steacanessa

Mar, 05/02/2019 - 10:49

Il credo comunista giustifica menzogna e omicidio se indirizzati alla presa del potere. I miserrimi fanno di tutto affinché, anche a distanza di decenni, gli italiani non conoscano la verità. Vomitevoli!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mar, 05/02/2019 - 10:49

^(*@*)^ Altro che bisogna ancora lavorare per far capire alla gente cos’era il comunismo!!! La gente comincerà a capire un po’ cos’era questo mostro quando In una via cittadina chiamata , per esempio , togliatti Toglierà il nome, Smantellerà i marciapiedi per poi rifarli, Se esistenti abbatterà le piante per poi Ripiantarle, Cambierà colore ritinteggiando le case che si affacciano sulla via, Se verrà fatto tutto questo starebbe a significare che la gente comincierà ad avere un’infarinatura nel capire cos’era questo mostro .

cabass

Mar, 05/02/2019 - 10:56

Massimo disprezzo per i comunisti negazionisti. Puh!

Bart_Onalim

Mar, 05/02/2019 - 11:08

Ben detto, do-ut des! Aggiungo: visto che da' fastidio parlare del passato (anche relativamente recente, vedi Jan Palach), cancelliamo tutto: 25 aprile, giorno della memoria, ecc. ecc.!

claudioarmc

Mar, 05/02/2019 - 11:08

Ecco la loro democrazia

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 05/02/2019 - 11:21

Sono solo beceri negazionisti comunisti. Esperti al di sopra delle parti? Come Pansa? Lodato all'inverosimile fin che ha scritto di fascismo, quando è passato agli eccidi dei comunisti post 19945 a guerra finita, è diventato per loro un bieco revisionista e mentitore.

Giorgio Mandozzi

Mar, 05/02/2019 - 11:26

Dopo averle rimosse per oltre 70 anni il PD (già Pci) continua con il negazionismo. Non riescono a far pace con il loro passato: avere costretto oltre 300.000 istriani a lasciare le loro case, i loro beni e la terra (Italia) dove erano nati accogliendoli con l'etichetta di "fascisti" per il solo motivo di avere rifiutato il "rosso paradiso titino". Naturalmente al tentativo di oblìo ha partecipato tutta la vigliacca classe politica italiana che, come il Pci, non ha mai trovato il coraggio di ammettere errori e violenze.

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 05/02/2019 - 11:42

Il mio è un appello alla Lega, a FDI, a Forza Italia, e ad ogni forza politica NON-COMUNISTA, né di SINISTRA. Unitevi tutti, magari facendo un patto ad hoc, per contrastare chi ancora vuol dettare legge su ciò che i cittadini devono o possono conoscere del loro passato e non. Oramai tutte le formazioni para-comuniste, ANPI in testa, fanno di tutto per avvalorare le loro falsità storiche e le loro tesi negazioniste sulle foibe. Non permettono che si apra il minimo spiraglio sull'abisso dei delitti comunisti. Solo se i delitti saranno nascosti, il loro potere sulla cultura continuerà ancora per decenni.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 05/02/2019 - 12:31

Se non hanno niente da temere cossa blaterano?

fifaus

Mar, 05/02/2019 - 12:49

ora e allora, comunisti vigliacchi

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 05/02/2019 - 12:51

Sulle foibe hanno sempre disinformato loro si limitano a criticare errori d'altri.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 05/02/2019 - 12:58

Maledetti criminali assassini comunisti, sono ancora qui dopo 70 anni a vomitare odio.

Ritratto di Gisvelto

Gisvelto

Mar, 05/02/2019 - 13:10

Fino a quando la sinistra non ammetterà pubblicamente le atrocità commesse durante l'ultimo conflitto, non ci potrà mai essere riappacificazione nazionale.

wrights

Mar, 05/02/2019 - 13:22

Il film parla anche dell'ignobile accoglienza ricevuta dai PROFUGHI istriani in Italia, da parte dei comunisti italiani?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 05/02/2019 - 13:40

Beh diciamo che la verità da fastidio ai komunisti,sempre pronti a dimostrarsi buonisti.

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 05/02/2019 - 13:50

I comunisti, ANPI in testa, sproloquiano perchè temono di perdere quel potere di "SOPRAFFAZIONE INFORMATIVA" che gli ha consentito per decenni di condizionare il mondo culturale in loro favore. Scrittori, giornalisti, personaggi di cultura sono stati e sono oggetto di scomunica da parte comunista.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 05/02/2019 - 13:56

Salvo ripensamenti, il film sarà in onda su Rai3 venerdì p.v. alle ore 21,20. Sekhmet.

Malacappa

Mar, 05/02/2019 - 13:59

Tho perche' sara'l'unica verita' e' la loro

giovanni235

Mar, 05/02/2019 - 14:11

Non si capisce perchè.Mistificatori come sono quelli del PD possono sempre dire che sono stati i fascisti di Tito.Strano c he non ci abbiano ancora pensato.

Una-mattina-mi-...

Mar, 05/02/2019 - 20:49

CATERINA CASELLI:"LA VERITAAAAAAA' TI FA MALEEEE, LO SOOOO!

dagoleo

Mer, 06/02/2019 - 15:31

Parlare di foibe dà fastidio perchè gli autori di quegli eccidi furono i partigiani rossi croati e serbi in combutta con i partigiani rossi italiani. Italiani innocenti uccisi dai titini e traditi dai loro stessi connazionali. Un'onta che non potrà mai essere cancellata.

mariod6

Gio, 07/02/2019 - 16:31

Il crimine delle foibe, secondo i comunisti, non esiste. Sono stati i frati cappuccini che hanno ammazzato, violentato e torturato gli italiani che si opponevano ai partigiani assassini. I comunisti sono come i turchi che negano le stragi degli armeni, fanno fatica ad accettare di essere chiamati assassini e traditori della patria. Ma questo sono !!!!!