Ospedale Cottolengo, domani apre il nuovo ambulatorio

La Piccola Casa della Divina Provvidenza - più conosciuta come «Cottolengo» - è un ente morale che opera senza scopo di lucro e ha come finalità, secondo statuto, «l'assistenza e l'educazione delle persone più bisognose e abbandonate, sane o malate, prendendosene cura senza distinzione di sesso, razza, età, religione e opinioni politiche». Un ente fondamentale, soprattutto con l'acuirsi della crisi economica. Si pensi che «La Piccola Casa» di Torino offre ogni giorno, ai poveri, italiani, stranieri, senzatetto, rifugiati politici e persone in difficoltà, più di 500 pasti completi (per un costo di 4 euro, totalmente a carico dell'Ente), divenendo, di fatto, la più grande mensa giornaliera in Piemonte. Domani l'Ospedale Cottolengo inaugura il nuovo ambulatorio gratuito per indigenti, arricchendo i servizi della Piccola Casa a favore dei bisognosi, pensato per coloro che non possono permettersi cure mediche ordinarie. A questo scopo, dal 29 giugno al 10 luglio prossimi, si potrà aderire al progetto di raccolta fondi con sms solidale denominato «Sos Ticket» il cui denaro raccolto garantirà, ad esempio, il pagamento di ticket sanitari per gli ammalati più indigenti. Non solo, Casa Accoglienza, altra importante struttura dell'Opera cottolenghina, fornisce 50 pacchi viveri settimanali a famiglie in difficoltà, servizio docce e cambio abiti. Il Cottolengo, con le sue sedi all'estero, è impegnato in altri progetti di respiro internazionale quali «Children in the Little House Worldwide», «Adotta un nonno a Tachina» (Ecuador) e «Un pozzo per la vita» (in India, nella regione del Kerala). Per «Essere Umani», come recita lo slogan della campagna per la dignità, si può contribuire donando il 5x1000 con il codice fiscale 01538340017.

ViPer